M5s: Grill scatenato, "cacciano Lupi ma scarrafoni Pd restano, e' partito-cesso"

(AGI) - Roma - "Nessuno ha particolare simpatia perLupi, ma e' stato cacciato senza avvisi di garanzia 'Gestosaggio', mentre gli scarrafoni  [...]

(AGI) - Roma, 22 mar. - "Nessuno ha particolare simpatia perLupi, ma e' stato cacciato senza avvisi di garanzia 'Gestosaggio', mentre gli scarrafoni piddini rimangono al loro posto.Del resto il loro partito e' una fogna, quale posto migliore?".Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. "Ogni scarrafone e' bello a mamma sua e gli scarrafonipiddini per l'ebetino sono molto piu' scarrafoni di Lupi che sie' dimesso per un rolex al figlio e un biglietto aereo allamoglie (meglio un aereo di Stato per la moglie, Renzie? Piu'etico?)", continua Grillo. "Pero': se a ogni pioggia l'Italiafrana, se i cittadini muoiono, se le strade sono devastate, seil welfare e' scomparso, e' anche colpa loro. Il MoVimento 5Stelle lo sta denunciando da mesi, con interrogazioni, questiontime, interpellanze. Adesso le intercettazioni ci dannoragione. L'unica soluzione e' bloccare le Grandi Opere ecacciare via gli indagati dal Ministero". "Al postodell'arrestato e potentissimo Ercole Incalza adesso ci troviamoPaolo Emilio Signorini finito in un'inchiesta della procura diVenezia", scrive ancora Beppe Grillo. "Una sua telefonata didue anni fa con Giovanni Mazzacurati, in carcere da luglio perlo scandalo Mose, rivela una vacanza a spese del ConsorzioVenezia nuova. Signorini era capo del Cipe, da lui dipendevanoi soldi per il Mose e per gli inquirenti quella vacanza era un'pressing'. La carriera di Signorini e' legata a doppio filocon Incalza: e' stato lui a scrivergli il bando per farloassumere al ministero. Un bando cucito addosso al curriculumdel super dirigente". E ancora: "Il vice di Lupi e' ilsottosegretario Riccardo Nencini: gia' da europarlamentare s'e'fatto conoscere (dal 1994 al 1999): indagato dall'Olaf,l'Ufficio anti-frode dell'Unione europea, poi condannato arestituire al Parlamento europeo 456 mila Euro di speseindebitamente accreditate durante il mandato. Puo' un politicocondannato dal Tribunale della Corte di giustizia dell'UnioneEuropea, festeggiato dai dominus della cricca Incalza-Bargone,ricoprire ancora il ruolo di vice-ministro dei Trasporti? Dalleintercettazioni emerge che Nencini chiese favori e piazzo' unex esponente del Psi attraverso l'indagato Giulio Burchi. 'Tiringrazio a anche a nome di Riccardo', dice al telefono il suocapo della segreteria. Burchi che ammette: 'La Orte-Cesena e'un project financing che non sta da nessuna parte. E' una robaallucinante. Questo Vito Bonsignore e' un mascalzone che deveaver usato dell'olio'. E poi: 'I soldi che ho guadagnato inquesto Paese di merda deregolarizzato...non li avrei maiguadagnati in Inghilterra o in America'. Paese di merda, ma nonper lui: per gli italiani che sono depredati dalle tangenti(+40% del costo reale) delle Grandi Opere Inutili. Tuttiinsieme, inquisiti, indagati, avvisati marciano per farapprovare la Orte Mestre, la superautostrada che attraversera'cinque regioni, affidata a Vito Bonsignore, amico fraterno diLupi e cofondatore di Ncd, il tutto sempre con i soldi nostri.E pure la Cispadana s'ha da fare: ma qui ci spostiamodirettamente nell'orbita Pd. Dentro la Cispadana troviamol'indagata Coopsette, che ha affidato molti lavori alla Eco.Gedei Mamone, legata al boss Gullace e colpita da interdittive.Sempre loro, sempre gli stessi, che miracolosamente vinconoappalti, si aggiudicano gare, piazzano i propri uomini.Relazioni poco chiare, indagati sistemati al calduccio daviceministri, tutti seduti a mangiare alla stessa tavola.Peccato che il conto del ristorante di decine di miliardi lopaghiamo sempre noi. E poi dicono che non ci sono le copertureper il reddito di cittadinanza. Bisogna bloccare le GrandiOpere sotto inchiesta una per una e utilizzare quei soldi perla manutenzione pubblica e contro il dissesto idrogeologico econtro la poverta'", conclude Grillo, "Le regole in Italia perRenzie valgono solo per gli altri". .