M5S contro i siti web istituzionali: troppi, quanto ci costano?

(AGI) - Roma, 7 lug. - "Il governo usa internet per farepropaganda. E scarica i costi sui cittadini. Esistono almeno240 siti web riconducibili all'esecutivo e circa un quarto deltotale risultano essere inattivi, mentre molti altri vengonoaggiornati solo sporadicamente". Lo denunciano i deputati M5Sche, con un'interrogazione a prima firma Riccardo Nuti, hannochiesto lumi a Palazzo Chigi sulle spese di gestione emanutenzione del florilegio di domini web del governo. "Il sottosegretario De Vincenti ci ha risposto con unalista parziale di indirizzi e un giro di parole che nonchiariscono l'entita' delle spese effettive. I

(AGI) - Roma, 7 lug. - "Il governo usa internet per farepropaganda. E scarica i costi sui cittadini. Esistono almeno240 siti web riconducibili all'esecutivo e circa un quarto deltotale risultano essere inattivi, mentre molti altri vengonoaggiornati solo sporadicamente". Lo denunciano i deputati M5Sche, con un'interrogazione a prima firma Riccardo Nuti, hannochiesto lumi a Palazzo Chigi sulle spese di gestione emanutenzione del florilegio di domini web del governo. "Il sottosegretario De Vincenti ci ha risposto con unalista parziale di indirizzi e un giro di parole che nonchiariscono l'entita' delle spese effettive. I 5mila euro almese per la manutenzione software ci sembrano una cifraparziale. Molti di questi siti - insiste Nuti - sono tropposimili tra loro e hanno finalita' solo propagandistiche. Bastidire che ci sono circa una decina di spazi web al fine dicomunicare lo stato di avanzamento delle riforme annunciate daivari esecutivi". "Sorvolando sullo scandalo di Verybello.it e sull'annosaquerelle che riguarda Italia.it, e' necessario, in un periododi forte crisi economica, che vengano evitate spese inutili eche la gestione degli spazi web istituzionali sia oculata edefficiente. Stop alle duplicazioni e ai relitti telematici cheaffollano e inquinano internet", chiude Nuti. (AGI)Red/Ser.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it