Lega: Salvini, Papa vede Rom? Spero anche esodati. Voglio Pontida a Sud

(AGI) - Pontida (Bergamo), 21 giu. - "Mi fa piacere che oggi ilPapa a Torino abbia trovare il tempo di incontrare dei Rom:sono sicuro che avra' incontrato anche torinesi sfrattati edesodati". Matteo Salvini, intervenendo al raduno di Pontida,continua la sua guerra personale contro il Pontrefice. "Non mipermetterei di attaccare mai il Papa", ha sostenuto ilsegretario federale della Lega Nord, che si e' auto-definito"ultimo dei buoni cristiani". Ma, ha proseguito, "rispettochiama rispetto: e' giusto che il Pontefice chiami aiuto pertutto il mondo, ma altrettanto giusto che chi e' pagato daicittadini italiani

Lega: Salvini, Papa vede Rom? Spero anche esodati. Voglio Pontida a Sud

(AGI) - Pontida (Bergamo), 21 giu. - "Mi fa piacere che oggi ilPapa a Torino abbia trovare il tempo di incontrare dei Rom:sono sicuro che avra' incontrato anche torinesi sfrattati edesodati". Matteo Salvini, intervenendo al raduno di Pontida,continua la sua guerra personale contro il Pontrefice. "Non mipermetterei di attaccare mai il Papa", ha sostenuto ilsegretario federale della Lega Nord, che si e' auto-definito"ultimo dei buoni cristiani". Ma, ha proseguito, "rispettochiama rispetto: e' giusto che il Pontefice chiami aiuto pertutto il mondo, ma altrettanto giusto che chi e' pagato daicittadini italiani pensi prima pensi ai cittadini italiani.Uomo si ma fesso no, cristiano si ma autolesionista no".

Salvini annuncia che dopo la storica manifestazione a Roma,in piazza del Popolo, la Lega Nord potrebbe replicare con unevento al Sud, ovvero organizzando un raduno in stile Pontida(la cittadina delle Bergamasca dove da anni si svolge iltradizione ritrovo del Carroccio) anche nel meridione d'Italia."Una Pontida anche al Sud? Ci stiamo lavorando, ci sono gia'proposte di localita' pronte ad accoglierci", ha sostenutoMatteo Salvini. Pienone sul 'sacro prato' del secondo radunoleghista della segreteria di Matteo Salvini. In mezzo al verdeLega e alle bandiere venete con il Leone di San Marco e dellaLombardia, svettano alcune decine di vessilli del Centro e SudItalia (dalle Marche, dalla Puglia, dalla Basilicata) e delmovimento 'Noi con Salvini'. Ma sul pratone predominano glistriscioni che chiedono l'indipendenza e la secessione. Tra ipiu' gettonati: 'Italia Stato parassita, nazione mai esistita,indipendenza' o 'Italia di merda, secessione'. Dall'altra glistriscioni che invocano: 'Prima gli italiani'. Altri segnidella seconda Pontida targata Salvini, la presenza di una ruspaa fianco del palco, su cui troneggia un maxi sfondo con loslogan 'Siamo qui per vincere'.

Salvini: la ruspa la uso per Renzi e per far ripartirelavoro

"Noi non archiviamo nessuno, non pugnaliamo nessuno. Siamoriconoscenti nei confronti di chi ci ha portato fino a qua, adifferenza di Renzi che se ne fotte di tutto e di tutti"aggiunge Salvini parlando dei dissapori con Umberto Bossi. "Laruspa fa giustizia di tanti errori. La ruspa la uso per Renzinon per qualcun altro. La ruspa la usiamo per far ripartire illavoro. L'anno scorso eravamo qua per ricostruire e ripartire.Quest'anno siamo ripartiti e siamo qua per vincere. Abbiamo leidee e gli uomini giusti, vogliamo prendere un voto in piu' diRenzi e andare al governo a cambiare le cose", ha continuato ilsegretario federale della Lega Nord. Ma per andare al governonon bisogna abbassare i toni? "Non diro' piu' vaffanculo", harisposto.

Lega: Salvini, vinceremo senza alleanze

"Noi andiamo a vincere e cambiare Italia e l'Europa. Nonalleandoci con un partito piuttosto con un altro. Non miinteressano alleanze partitiche ma parlare a quel 50 per centodi italiani che non votano e non ci credono piu'". Lo haaffermato Matteo Salvini a Pontida. "Non mi intessa andare aparlare con Alfano - ha ribadito - chi se ne fotte di Alfano.Voglio parlare con l'esodato e l'artigiano". Salvini ha poiaggiunto: "Non ci sono salvatori della patria, non c'e' Salviniche salva tutto - ha concluso -. Io da solo non vado da nessunaparte".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it