Lavoro: Serracchiani, per ora testo non prevede reintegra

(AGI) - Roma  - "L'emendamento del governo e' statovotato all'unanimita' dal Partito Democratico in commissionelavoro. Nella delega ci sara' la possibilita'  [...]

(AGI) - Roma, 19 set. - "L'emendamento del governo e' statovotato all'unanimita' dal Partito Democratico in commissionelavoro. Nella delega ci sara' la possibilita' di riordinare levarie forme contrattuali, 46 sono troppe. Nel testo attuale ilcontratto a tutele crescenti non contiene la previsione dellareintegra, ma questo non vuol dire che non possa contenerlanelle prossime versioni". Lo ha detto Debora Serracchiani, Pd,presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, questa mattinaad Agora' Estate, su Rai Tre. "Questo articolo - ha aggiunto -lascia liberta' di decidere. Mi auguro che attraverso i decretidi attuazione si riesca a semplificare un sistema che oggi hauna rigidita' pazzesca. E' arrivato il momento di adattare loStatuto dei lavoratori a una realta' che dal '70 e' cambiataradicalmente. La situazione e' di emergenza straordinaria, miauguro ci sia la maggiore condivisione possibile". "In Italia il 97% delle aziende e' sotto i 15 dipendenti, equindi non applica l'articolo 18. Poi chi assume spessoutilizza contratti a termine - ha aggiunto Serracchiani - Ilproblema e' che il tipo di contratto a tempo indeterminato chec'e' in Italia non va, se c'e' un ricorso per un licenziamentola sentenza arriva in media dopo 8 anni. Nella delega ci sonomolte altre cose: si parla di salario minimo garantito, diestendere i diritti legati alla maternita'. Ai centri perl'impiego, poi, si rivolge solo il 4% dei disoccupati, bisognacambiarli radicalmente. Nella delega si da' poi al governol'incarico di studiare quali delle 46 forme contrattualiattualmente in vigore sono inutili e vanno eliminate". Sulla vicenda e' intervenuta anche Elsa Fornero, exministro del Lavoro: "Governare in tempi di difficolta' non e'facile per nessuno, ho apprezzato coraggio ed energia di Renzi,la sua capacita' di buttare il cuore oltre l'ostacolo. Unatteggiamento che da' fastidio. Quando un paese declina, el'Italia declina da 20 anni, le persone cercano di chiudersinei loro privilegi", ha detto ad Agora'. "Una modificadell'articolo 18 - ha ricordato - c'e' stata, nel 2012. Adesempio, abbiamo introdotto il rito abbreviato. Sembra che leconciliazioni stiano funzionando. Ma servono dati: quanti sonoi lavoratori che comunque si rivolgono ai giudici? Quante sonole sentenze che utilizzano l'articolo 18? Trovo sconfortanteche si parli ancora dell'articolo 18 come una bandiera. Nonservono discussioni ideologiche, bisogna partire dai problemireali. Oggi il contesto macroeconomico e' molto debole, e diquesto le politiche del lavoro devono tener conto. La riformadell'articolo 18 da sola non fa arrivare in massa capitalistranieri", ha concluso Fornero.(AGI).