La riforma del Senato va in Aula. Renzi "non ho paura del voto"

(AGI) - Roma - Una giornata straordinaria per ilPaese, quella che si e' chiusa oggi con il via libera allariforma del

La riforma del Senato va in Aula. Renzi "non ho paura del voto"

(AGI) - Roma, 11 lug. - Una giornata straordinaria per ilPaese, quella che si e' chiusa oggi con il via libera allariforma del Senato arrivato dalla Prima Commissione di PalazzoMadama. Matteo Renzi non nasconde la propria soddisfazione evede disco verde sul prosieguo del cammino delle riforme. Maquale fronde, ma quale crisi? Sulle cose da fare lamaggioranza, e non solo, "e' d'accordo al 98 per cento".Persino i grillini, che Renzi vorrebbe tornare a incontrare laprossima settimana, si sono detti d'accordo con la gran partedelle cose da fare nella lettera inviata al Pd. E' anche perquesto che il Presidente del Consiglio dichiara di "sorridere"quando si sente accusare di "progetto autoritario".

"Non ho paura del voto" in Aula, ha poi continuato inconferenza stampa a palazzo Chigi: "Stiamo dando un grandesegnale di cambiamento, stiamo dicendo che l'Italia puo'cambiare e che alcuni tabu' possono essere vinti da una classedirigente che ha coraggio". Lo stesso coraggio che serveall'Italia, non per uscire da sola dalla crisi, ma per farsi"locomotore in grado di trascinare fuori L'Europa" dallapalude. Questo nonostante le previsioni, che Renzi dice di "nonseguire" perche' portano a nascondere i dati reali: "Ladisoccupazione? Ci sono 54 mila nuovi posti di lavoro, manessuno o quasi lo sa", sottoliena Renzi.

Il 'patto' del Nazareno lunedi' alla prova dell'Aula

Il leitmotiv 'coraggio contro la paura', Renzi lo utilizza anche quando igiornalisti gli chiedono del taglio ai permessi sindacali:"Figuriamoci", risponde, "se temiamo di dimezzare il monte oredei permessi. Nessuno, pero', vuole punire i sindacati". E"coraggio" ci vuole anche per affrontare il nodo Alitalia:"L'altrenativa non e' tra x esuberi o y esuberi, ma tra esuberie chiusura. Non si pio' aver parua di dire le cose come stanno:se le aziende falliscono la gente va a casa. L'alternativa e'tra esuberi e chiusura". Per questo Renzi invita i sindacatialla saggezza: "L'offerta di Ethiad e' molto buona econsentira' alla nostra compagnia di bandiera di avere ungrande futuro".

C'e' poi quella "rivoluzione copernicana", la "rivoluzionedel buonsenso" rappresentata dal combinato disposto diriorganizzazione della Pubblica Amministrazione e riformeistituzionali: "Si tratta di un'accelerazione dei servizi e disemplificazione per cittadini e imprese - ha spiegato Renzi -al termine dei mille giorni di governo il rapporto con la Pasara' rovesciato, alla fine di questi percorsi scanditi daitempi della legge-delega la Pubblica amministrazione mettera'on line tutti i certificati e offrire la possibilita' aicittadini di scaricarli, e' una rivoluzione copernicana: la Pava a casa dei cittadini e non piu' il contrario". Silenzioassenso, conferenze dei servizi, dirigenza pubblica, procedurae criteri per l'esercizio della delega sulla semplificazione,riforma dei rapporti di lavoro pubblico sono i punti toccatidal disegno di legge e richiamati dal premier. (AGI)