Jobs Act: Poletti a Ue, riforma mercato lavoro impegno mantenuto

(AGI) - Bruxelles, 9 mar. - L'applicazione, da oggi, del jobsact, rappresenta un "segnale molto preciso" per i partnereuropei: come ha spiegato oggi il ministro del Lavoro GiulianoPoletti ai suoi colleghi del Consiglio Epsco (Occupazione eAffari sociali), "avevamo preso l'impegno di produrre questointervento sulla regolazione del mercato del lavoro e oggipossiamo dare ai nostri colleghi europei che la legge e' invigore: non stiamo a raccontarvi che faremo, ma che l'abbiamofatto e siamo in grado di sostenere che gli impegni cheprendiamo li manteniamo". L'accoglienza dell'Europa, haaggiunto il ministro "naturalmente e' stata

(AGI) - Bruxelles, 9 mar. - L'applicazione, da oggi, del jobsact, rappresenta un "segnale molto preciso" per i partnereuropei: come ha spiegato oggi il ministro del Lavoro GiulianoPoletti ai suoi colleghi del Consiglio Epsco (Occupazione eAffari sociali), "avevamo preso l'impegno di produrre questointervento sulla regolazione del mercato del lavoro e oggipossiamo dare ai nostri colleghi europei che la legge e' invigore: non stiamo a raccontarvi che faremo, ma che l'abbiamofatto e siamo in grado di sostenere che gli impegni cheprendiamo li manteniamo". L'accoglienza dell'Europa, haaggiunto il ministro "naturalmente e' stata molto positiva: laCommissione e l'Ocse ci avevano gia' largamente espresso unavalutazione positiva". Secondo Poletti, in particolare, "iltema di avere un contratto a tempo indeterminato e' un elementoqualitativo essenziale: siamo sicuri che entro la finedell'anno avremo due effetti, da una parte nuovi posti dilavoro e trasformazione di contratti di collaborazione a tempodeterminato in contratti a tempo indeterminato" e, dall'altro,"sicuramente un risultato per la dinamica della crescitaeconomica, perche' chi ha contratti stabili cambia anche ilcomportamento come consumatore, possono fare piu' investimentie decidere meglio del loro futuro: credo che questo possaandare assieme ad altri segnali positivi che abbiamo visto". .