Italia-Cuba: Renzi, "oggi scriviamo pagina nuova della Storia"

(AGI) - Roma, 10 mag. - "Oggi per noi e' un giorno di grandegioia, per i nostri governi che hanno lavorato in questi mesi,ma un giorno di gioia per i tanti italiani che amano Cuba etanti cubani che amano l'Italia". Lo ha detto il presidente delconsiglio Matteo Renzi al termine dell'incontro con ilpresidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro. "Oggipossiamo toccare con mano che molte cose stanno cambiando e laStoria fa il suo corso e che dobbiamo essere protagonisti diquesta Storia" ha aggiunto Renzi. "Oggi scriviamo una paginanuova nella storia dei

(AGI) - Roma, 10 mag. - "Oggi per noi e' un giorno di grandegioia, per i nostri governi che hanno lavorato in questi mesi,ma un giorno di gioia per i tanti italiani che amano Cuba etanti cubani che amano l'Italia". Lo ha detto il presidente delconsiglio Matteo Renzi al termine dell'incontro con ilpresidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro. "Oggipossiamo toccare con mano che molte cose stanno cambiando e laStoria fa il suo corso e che dobbiamo essere protagonisti diquesta Storia" ha aggiunto Renzi. "Oggi scriviamo una paginanuova nella storia dei rapporti tra i due Paesi". "L'Italia vuole essere protagonista di una nuova pagina distoria, Cuba lo sara'. Vogliamo combattere insieme leingiustizie e la poverta'", ha aggiunto Renzi, annunciando cheCarlo Calenda, viceministro dello Sviluppo Economico, e MarioGiro, sottosegretario agli Esteri, si recheranno in visita aCuba. Raul Castro, nel corso di un incontro con la stampa aPalazzo Chigi, ha sottolineato che "non avremmo mai dovutoessere inseriti nella lista dei Paesi terroristi. Siamo inquella lista dalla presidenza Reagan. Speriamo di poter uscirneentro maggio". "Speriamo di poter concludere l'accordo con l'unioneeuropea al quale stiamo lavorando. Sono certo che con l'Italiae soprattutto con l'attuale governo riusciremo a risolvere lenostre differenze", ha concluso il presidente della Repubblicadi Cuba. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it