Infrastrutture: Delrio, puntiamo su mobilita' sostenibile

(AGI) - Catania - "Ci presenteremo con i nostri pianidi mobilita'. Entro settembre avremo comunque il nostro pianodelle opere pubbliche italiane  

(AGI) - Catania, 20 giu. - "Ci presenteremo con i nostri pianidi mobilita'. Entro settembre avremo comunque il nostro pianodelle opere pubbliche italiane in cui la parte della mobilita'sostenibile diventera' preponderante"". Lo ha detto ilministroai Trasporti Graziano Delrio a Catania, rispondendo aduna domanda su come l'Italia si sta preparando alla conferenzadelle nazioni unite di Parigi. "Nel programma delleinfrastrutture strategiche - ha aggiunto - io ho fatto inserirecon molta forza le metropolitane. Pensate che il sistema diCatania, per esempio, sono convinto che tra 5/6 anni sara' unodei sistemi piu' belli d'Italia con oltre 40 chilometri dimetropolitana in uno dei posti piu' belli d'Italia. Quindiinvestiamo e continuiamo a lavorare seriamente sulle cose incui crediamo. Per esempio a Catania potremmo utilizzare 40milioni di passeggeri all'anno che e' piu' di quello che muovel'alta velocita' in Italia. La popolazione e' pronta per questotipo di progetti, sono i politici che devono un po'riflettere". "Noi abbiamo grande bisogno - ha proseguito ilministro - di mobilita' sostenibile in questo Paese. Un Paeseche non ha mai pensato a un piano nazionale delle ciclabilita'.Mentre la ciclabilita' e' una grande risorsa. Pensate chequalcuno si e' stupito quando io ho appoggiato subito ilprogetto del Grande Raccordo Anulare ciclabile di Roma, 42chilometri. Ieri sera mi e' arrivata la notizia che a New Yorklo premieranno come uno dei migliori progetti del mondo che inpochi mesi ha ricevuto adesioni da tutto il mondo: turisti datutto il mondo vorrebbero vederlo gia' realizzato". In un Paesecome l'Italia, "che fa della cultura, della bellezza, delpaesaggio la sua risorsa principale, la mobilita' sostenibilee' uno strumento straordinario di crescita. La ciclabile sul Po670 km costa meno di 3 chilometri di autostrada e puo' fare unindotto di otre 200-300 milioni tra attivita' lungo percorso eoccupazione. Dobbiamo imparare a capire che la sostenibilita'non e' un sogno per qualche ecologista malato ma e' invece unarisorsa per questo paese straordinaria". "Vogliamo fare in modoche le opere pubbliche in Italia si facciano con i tempi e icosti giusti e l'unico modo per realizzare questo obiettivo e'fare una battaglia contro la corruzione. A differenza di quelloche alcuni pensano le procedure normali, quelle semplificate ela vigilanza dell'Anac consentono una migliore realizzazione.La legalita' funziona piu' dell'illegalita'". Lo ha detto ilministro alle Infrastrutture Graziano Delrio rispondendo aCatania alle domande i giornalisti a margine dei lavori dellagiornata conclusiva della prima Conferenza mobilita'sostenibile promossa dall'Anci. "Certamente - ha aggiuntoDelrio - lavoriamo a stretto contatto con l'autorita'giudiziaria, con Raffaele Cantone. Anche il nuovo codice degliappalti e' frutto di una strettissima collaborazione conl'Anac. Qualcuno pensa - ha poi osservato il ministro - che lavigilanza dell'Anac possa ritardare le opere? E' il contrario.Anche in Expo noi abbiamo recuperato terreno, sul Mose stiamorecuperando terreno perche' lavoriamo a stretto contratto conl'Anac". .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it