Influenza: Lorenzin, non cadere nella paura delle vaccinazioni

(AGI) - Roma, 29 nov. - "Le regioni sono responsabili dellavigilanza dell'applicazione dei vaccini e devono informaretempestivamente sugli effetti delle vaccinazioni. C'e' stata inquesto caso una carenza da parte delle regioni molto forte". Lodice Beatrice Lorenzin, parlando alla Camera. "Appena l'Aifa haavuto la segnalazione da parte delle regioni il ministero e'intervenuto", ma "ma dal primo caso avvenuto il 7 novembre c'e'stato un ritardo di 15 giorni", spiega il ministro. "Noi -aggiunge il ministro della Salute - agiremo con estrema durezzase ci dovessero essere dei riscontri verificati" riguardo aglieffetti delle vaccinazioni,

(AGI) - Roma, 29 nov. - "Le regioni sono responsabili dellavigilanza dell'applicazione dei vaccini e devono informaretempestivamente sugli effetti delle vaccinazioni. C'e' stata inquesto caso una carenza da parte delle regioni molto forte". Lodice Beatrice Lorenzin, parlando alla Camera. "Appena l'Aifa haavuto la segnalazione da parte delle regioni il ministero e'intervenuto", ma "ma dal primo caso avvenuto il 7 novembre c'e'stato un ritardo di 15 giorni", spiega il ministro. "Noi -aggiunge il ministro della Salute - agiremo con estrema durezzase ci dovessero essere dei riscontri verificati" riguardo aglieffetti delle vaccinazioni, "ma non bisogna creare allarmismi".Per questo motivo - osserva - e' in corso una riflessione sullanecessita' di rafforzare la normativa sulla farmaco vigilanza e"portare la comunicazione" obbligatoria da parte delle regionial massimo "entro 24-48 ore". "Ci vuole molta lucidita' erigore in questa vicenda. Noi saremo severi, ma la psicosipotrebbe portare gravi danni alla salute pubblica" sottolineaLorenzin. "Non bisogna cadere nella paura delle vaccinazioni.L'anno scorso sono morte 8 mila persone non vaccinate", percolpa dell'influenza, afferma il ministro della Sanita'. (AGI).