Immigrati: la Lega, "sospendere Schengen e blocco navale"

(AGI) - Milano, 11 giu. - La Lega Nord e' a favore dellasospensione "immediata" del Trattato di Schengen che dal 1995ha abolito i controlli sistematici alle frontiere interne deiPaesi aderenti (26, di cui 22 dell'Ue). E' quanto chiarisceMatteo Salvini, contattato al telefono dall'Agi. "La nostraposizione e' chiara, l'ho detto anche ieri in conferenza stampaa Strasburgo con Marine Le Pen: sospendere Schengen. Ma e' gia'dall'anno scorso che lo diciamo, anche per i controlli interni,per i cittadini comunitari, ai confini con la Francia,l'Austria", spiega il segretario federale leghista."Assolutamente: verificare chi va e

(AGI) - Milano, 11 giu. - La Lega Nord e' a favore dellasospensione "immediata" del Trattato di Schengen che dal 1995ha abolito i controlli sistematici alle frontiere interne deiPaesi aderenti (26, di cui 22 dell'Ue). E' quanto chiarisceMatteo Salvini, contattato al telefono dall'Agi. "La nostraposizione e' chiara, l'ho detto anche ieri in conferenza stampaa Strasburgo con Marine Le Pen: sospendere Schengen. Ma e' gia'dall'anno scorso che lo diciamo, anche per i controlli interni,per i cittadini comunitari, ai confini con la Francia,l'Austria", spiega il segretario federale leghista."Assolutamente: verificare chi va e chi viene. Gli altri lostanno gia' facendo i francesi hanno gia' sospeso Schengen aVentimiglia, gli austriaci al Brennero: siamo gli unici 'pirla'che non controllano", insiste Salvini. Ma non potrebbedanneggiare l'Italia un'eventuale sospensione, bloccando quitutti i migranti che approdano nel Belpaese? "Gli altri stannogia' controllando chi entra in casa loro e' un problema soloitaliano siamo rimasti gli unici che non lo fanno. Cosi'succede oggi: quindi, peggio di quello che sta succedendo oggie' difficile che succeda", risponde. In mattinata il segretario del Carroccio aveva lanciato uninvito provocatorio su Twitter. "Da clandestini 180 casi discabbia a Milano, nonche' altre centinaia di malati. Andasseroad abbracciare Renzi e la Boldrini". Intanto il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco,ha invitato a guardare al fenomeno dell'immigrazione e allesoluzioni dell'accoglienza "non con paura, ma con realismo". Amargine del national day della Santa Sede a Expo, Bagnasco haspiegato che non bisogna "alimentare la paura" perche' "non e'una buona consigliera". "Dobbiamo affrontare i problemi conrealismo - ha aggiunto - e con disponibilita' da parte ditutti". (AGI).