E alla fine Federico Ghizzoni parla. Ma poco

Caso Boschi-Etruria-De Bortoli. L'ex ad di Unicredit rompe il silenzio, ma non rivela nulla

E alla fine Federico Ghizzoni parla. Ma poco

federE’ l’uomo più citato dai politici e dai quotidiani negli ultimi giorni. Federico Ghizzoni, ex ad di Unicredit, tace era irrintracciabile fino a quando una troupe televisiva non lo ha 'placcato' alle porte della sua tenuta vicino Piacenza. E lui, da gentiluomo, come riporta il Corriere, non si è sottratto a una domanda. Con poche parole, asciutte: "È normale che i politici parlino con i banchieri e i banchieri con i politici, lo la detto anche Maria Elena boschi. Specialmente quando ci sono situazioni di crisi".

Fino a oggi, solo un sms mandato a un amico martedì, il giorno in cui le rivelazioni di Ferruccio De Bortoli, ex direttore del Corriere, sulla richiesta di Maria Elena Boschi per salvare la banca Etruria, hanno cominciato a scalare la classifica dei trend topics e a monopolizzare i retroscena dei media. Poi più nulla. Sparito. Ghizzoni  è l’unico che può  realmente dare un valore e una dimensione alle presunte pressioni esercitate dalla ministra Boschi per convincere la banca ad occuparsi della malconcia Banca Etruria. Ma chi è davvero Federico Ghizzoni? E’ lui la fonte a cui De Bortoli fa riferimento per certificare quelle ingerenze della Boschi che oggi di nuovo, dopo l'uscita di De Bortoli, stanno creando un certo imbarazzo nel governo?  Di lui si sono occupati un po’ tutti i maggiori quotidiani italiani, ma i pezzi di Andrea Greco su Repubblica, di Francesco Maggio sul Post e da Lorenzo Bernardi e Pietro Di Michele su formiche.net chiariscono molto bene l'importanza di questo silenzio da parte del banchiere.