Il centrodestra espugna Genova, flop del Pd

Ai ballottaggi il centrosinistra perde 12 capoluoghi e vince solo in 4. Parma conferma Pizzarotti. L'affluenza cala al 46%

Il centrodestra espugna Genova, flop del Pd

Il secondo turno delle elezioni amministrative, che hanno riguardato 111 comuni, si conclude con una netta vittoria del centrodestra che strappa al centrosinistra Genova - un risultato storico - e L'Aquila, mantiene Verona e Catanzaro ed espugna roccaforti rosse come Pistoia e La Spezia. I dem devono consolarsi con Padova, dove sconfiggono il sindaco leghista uscente, e Taranto. Considerando i tre capoluoghi assegnati al primo turno (Palermo e Cuneo al centrosinistra, Frosinone al centrodestra), il confronto ai punti tra i due poli fa segnare un pesantissimo 16 a 5 per il centrodestra. Il centrosinistra perde inoltre Piacenza, Lodi, Como, Rieti, Monza, Alessandria, Asti e Oristano. Il Pd e i suoi alleati hanno dunque perso 12 capoluoghi che governavano guadagnandone appena due (Padova e Lecce) e confermandosi solo a Taranto e Lucca.

I cittadini di Parma concedono il bis con una larga maggioranza all'ex pentastellato Federico Pizzarotti Ai Cinque Stelle, che correvano in appena 10 comuni, va solo Carrara. Il MoVimento correva anche in un altro capoluogo, Asti, anch'esso finito nel bottino del centrodestra. Sarà commissariata Trapani, dove l'affluenza è stata insufficiente a garantire l'elezione all'unico candidato in corsa. L'affluenza è stata pari al 46,03%, dodici punti in meno rispetto al primo turno.

Ballottaggi vinti dal centrodestra:

  • GENOVA (Marco Bucci, 55,2%)
  • VERONA (Federico Sboarina, 58,1%)
  • L'AQUILA (Pierluigi Biondi, 53,5%)
  • CATANZARO (Sergio Abramo, 64,2%)
  • PIACENZA (Patrizia Barbieri, 58,5%)
  • COMO (Mario Landriscina, 52,7%)
  • ALESSANDRIA (Gianfranco Cuttica di Revigliasco, 55,7%)
  • ASTI (Maurizio Rasero, 54,9%)
  • MONZA (Dario Allevi, 51,3%)
  • GORIZIA (Rodolfo Ziberna, 59,8%)
  • LA SPEZIA (Pierluigi Peracchini, 60%)
  • PISTOIA (Alessandro Tomasi, 54,3%)
  • RIETI (Antonio Cichetti, 50,2%)
  • LODI (Sara Casanova, 56,9%)
  • ORISTANO (Andrea Lutzu, 65,3%)

Ballottaggi vinti dal centrosinistra:

  • PADOVA (Sergio Giordani, 51,8%)
  • TARANTO (Rinaldo Melucci, 50,9%)
  • LECCE (Carlo Maria Salvemini, 54,8%)
  • LUCCA (Alessandro Tambellini, 50,5%)

Ballottaggi vinti dal Movimento Cinque Stelle:

  • CARRARA (Francesco De Pasquale, 65,6%)

Ballottaggi vinti da candidati indipendenti:

  • PARMA (Federico Pizzarotti, 57,9%)
  • BELLUNO (Jacopo Massaro, 63,2%)

TRAPANI sarà commissariata. le inchieste giudiziarie avevano lasciato un solo candidato superstite, Pietro Savona del Pd, che per essere eletto avrebbe dovuto sperare non solo nella maggioranza dei voti espressi ma in un quorum del 50%. L'affluenza definitiva è stata però pari al 26,75%, contro il 58,94% del primo turno. 

Le reazioni

Tra i primi a esprimersi, su Twitter, quella del leader del Carroccio, Matteo Salvini.

Il segretario del Pd, Matteo Renzi, interviene invece solo dopo i risultati definitivi.

Renato Brunetta a Porta a Porta parla di una "tranquilla, straordinaria vittoria del centrodestra". E pensa già alle politiche la numero uno di Fratelli D'Italia, Giorgia Meloni.

Se a destra si festeggia, a sinistra c'è chi chiede un'autocritica, come il senatore di Mdp Arturo Scotto.

Secondo il senatore del Pd, Andrea Marcucci, a garantire il trionfo del centrodestra è stata la capacità di intercettare i voti grillini.

Quanto ai Cinque Stelle, Luigi Di Maio prova a vedere il bicchiere mezzo piano.