Eterologa: Conferenza regioni, ok linee guida. Zaia legge per vita

(AGI) - Roma, 4 set. - I Governatori delle Regioni, riunitiquesta mattina in conferenza, hanno approvato all'unanimita' leLinee guida sulla fecondazione eterologa varate ieri da tecnicie assessori regionali alla salute. "Le Regioni - ha spiegato ilpresidente del Veneto, Luca Zaia, lasciando l'assemblea - hannodeciso all'unanimita' di andare avanti con le linee guida,affinche' l'eterologa diventi una realta' e si colmi il vuotolegislativo. Sara' trattata come una cura normale e - haconcluso - penso che si arrivi a un ticket uguale a livellonazionale". In precedenza Zaia aveva spiegato: "Qui non e'questione di

(AGI) - Roma, 4 set. - I Governatori delle Regioni, riunitiquesta mattina in conferenza, hanno approvato all'unanimita' leLinee guida sulla fecondazione eterologa varate ieri da tecnicie assessori regionali alla salute. "Le Regioni - ha spiegato ilpresidente del Veneto, Luca Zaia, lasciando l'assemblea - hannodeciso all'unanimita' di andare avanti con le linee guida,affinche' l'eterologa diventi una realta' e si colmi il vuotolegislativo. Sara' trattata come una cura normale e - haconcluso - penso che si arrivi a un ticket uguale a livellonazionale". In precedenza Zaia aveva spiegato: "Qui non e'questione di essere cattolici, io sono cattolico ma non stiamofacendo una legge per la morte ma per la vita, dando unarisposta a migliaia di cittadini". Il presidente della regioneVeneto, a margine della Conferenza delle regioni, ha ricordatoche sull'eterologa "c'e' un vuoto gestionale pazzesco nelnostro Paese e le Regioni si organizzate, con il Veneto cheriveste anche questo ruolo di apripista". Quanto ai contenutidel documento varato ieri da tecnici e assessori regionali allasalute al vaglio oggi dei presidenti delle Regioni,"l'intendimento - ha spiegato Zaia - e' quello di inserirel'eterologa nei Lea, considerandola una cura normale e facendoin modo che i cittadini non paghino. Le linee guida - haaggiunto - sono esemplari, parlano di screening genetici, didonazioni volontarie, dei dieci nati, del limite di eta' per iriceventi e dei tre tentativi. Quanto ai tempi, penso sara' unaquestione di poche settimane, perche' - ha concluso - se ilGoverno vorra' cogliere questa opportunita' e risposta che leRegioni stanno dando in assenza di una decisione nazionale". .