Donne: Meloni su blog, "signora Boldrini, mi chiami Presidente"

(AGI) - Roma, 6 mar. - "Ci risiamo. Si avvicina la Festa dellaDonna e il presidente della Camera, Laura Boldrini, prova aergersi nuovamente a paladina del genere femminile, sostenendodi fatto che ogni donna desidera nel profondo del suo cuore chele sia garantito il rispetto dell'identita' di genere. Asostegno di questa posizione e per difendere a gran voce questodiritto ha anche inviato una lettera a tutte le caricheistituzionali". E' "il presidente di Fratelli d'Italia",Giorgia Meloni, a ricordare dal suo blog che "l'occupazionefemminile in Italia e' la piu' bassa d'Europa, gli stipendisono

(AGI) - Roma, 6 mar. - "Ci risiamo. Si avvicina la Festa dellaDonna e il presidente della Camera, Laura Boldrini, prova aergersi nuovamente a paladina del genere femminile, sostenendodi fatto che ogni donna desidera nel profondo del suo cuore chele sia garantito il rispetto dell'identita' di genere. Asostegno di questa posizione e per difendere a gran voce questodiritto ha anche inviato una lettera a tutte le caricheistituzionali". E' "il presidente di Fratelli d'Italia",Giorgia Meloni, a ricordare dal suo blog che "l'occupazionefemminile in Italia e' la piu' bassa d'Europa, gli stipendisono inferiori del 13% e abbiamo un altissimo tasso diabbandono del lavoro dopo la maternita', nel frattempo, in ununiverso parallelo, Laura Boldrini si preoccupa di esserechiamata 'presidentessa' e non 'presidente'. Vede, SignoraPresidente, le donne non hanno bisogno di questo. Il rispetto,quello che lei sventola ai quattro venti, non dipendedall'identita' di genere". "Signora Boldrini - prosegue Meloni- le donne non hanno bisogno di queste foglie di fico e nonchiedono una vocale al posto di un'altra ma di avere piu'liberta'. Le donne lottano con i problemi della quotidianita',quelli veri. Da sempre e' stato cosi' e sempre lo sara'". "Io - rivendica la leader FdI - rientro nel 30% deideputati eletti in questa legislatura, sono orgogliosa diessere in quel 30% perche' gli italiani mi hanno dato fiducia,e non perche' sono una donna, ma per le mie capacita'. E leassicuro che le capacita' non hanno identita' di genere. Quindi- puntualizza - per rispetto a tutte le donne, la prego, quandosi rivolgera' a me, continui a chiamarmi 'Presidente'". .