Delrio, si' a deroga patto stabilita' per comuni alluvionati

(AGI) - Roma, 17 nov. - "Il governo e' impegnato per abbatterepiu' del 70% del patto di stabilita'". Lo ha assicurato ilsottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio,dopo la riunione in prefettura a Genova con il governatoredella Liguria Claudio Burlando, il capo del dipartimento diProtezione civile Franco Gabrielli e il sindaco Marco Doria.Delrio ha rassicurato i primi cittadini dei comuni piu'colpiti, spiegando che "il patto di stabilita' non deve essereun problema per il ripristino delle opere pubbliche e per gliinvestimenti di messa in sicurezza del territorio. Contro ildissesto idrogeologico -

(AGI) - Roma, 17 nov. - "Il governo e' impegnato per abbatterepiu' del 70% del patto di stabilita'". Lo ha assicurato ilsottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio,dopo la riunione in prefettura a Genova con il governatoredella Liguria Claudio Burlando, il capo del dipartimento diProtezione civile Franco Gabrielli e il sindaco Marco Doria.Delrio ha rassicurato i primi cittadini dei comuni piu'colpiti, spiegando che "il patto di stabilita' non deve essereun problema per il ripristino delle opere pubbliche e per gliinvestimenti di messa in sicurezza del territorio. Contro ildissesto idrogeologico - ha ricordato - sbloccheremo entro il2015 tutti i fondi che erano bloccati ma questo non risolvera'il problema di eventi eccezionali e non ci salvera' dalleemergenze. Daremo la facolta' a tutti i comuni - ha concluso -di rinegoziare i mutui esistenti a nuovi tassi e daremo lapossibilita' anche di accendere nuovi mutui a tasso zero peroltre 3 miliardi. Uno stato serio deve essere al fianco di chiripristina le condizioni di sicurezza per i cittadini: le leggiesistono ma prima viene la sicurezza delle persone". Anche per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi,investire nelle infrastrutture e' un dovere assoluto : "se nonsistemiamo in maniera migliore le infrastrutture, non abbiamola possibilita' di crescita civile del Paese". Davanti alripetersi di drammatiche alluvioni, ha ammonito il presidentedella Cei, cardinale Bagnasco, "il governo deve intervenire sutre fronti: iniziare veramente e portare a conclusione le operepubbliche; intervenire sui mutui che ancora nel 2011 sono statiaccesi; dare dei contributi senza burocrazia perche' la genteha bisogno di sentire che lo Stato e' vicino". Intanto, mentre Coldiretti stima in almeno 10 milioni dieuro i danni subiti dalle campagne delle regionisettentrionali, preoccupano le ultime previsioni meteo: unanuova perturbazione atlantica scarichera' oggi l'ennesimaquantita' di pioggia su Liguria e Nordest e, tra pomeriggio esera, su Toscana, Lazio e Umbria con allerta nubifragi,esondazioni e allagamenti. (AGI)