Crisi: Boccia, asta Tltro deludente serve politica espansiva

(AGI) - Roma, 18 set. - "L'ammontare di 82,6 miliardi dellaprima nuova asta Tltro, su una previsione fra 100 e 150miliardi e quindi largamente al di sotto delle attese, indicacon chiarezza che, come si usa dire in gergo finanziario, ilcavallo non beve. Le banche non hanno pienamente sfruttatoinfatti l'offerta della Bce". Lo dichiara il presidente dellacommissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia. "Il dato - prosegue - deve far riflettere sulla condizionedel reale rapporto tra finanza ed economia reale in Europa.Certo, e' la prima asta da qui al 2016, ma il dato non

(AGI) - Roma, 18 set. - "L'ammontare di 82,6 miliardi dellaprima nuova asta Tltro, su una previsione fra 100 e 150miliardi e quindi largamente al di sotto delle attese, indicacon chiarezza che, come si usa dire in gergo finanziario, ilcavallo non beve. Le banche non hanno pienamente sfruttatoinfatti l'offerta della Bce". Lo dichiara il presidente dellacommissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia. "Il dato - prosegue - deve far riflettere sulla condizionedel reale rapporto tra finanza ed economia reale in Europa.Certo, e' la prima asta da qui al 2016, ma il dato nonconforta. Se anche questi Tltro non dovessero centrare gliobiettivi dichiarati dalla Bce di 1000 miliardi in piu',all'istituto centrale europeo non resterebbe che il lancio diun vasto programma di acquisto di titoli, il quantitativeeasing. Ma e' evidente che per far tornare 'a bere il cavallo'la strada maestra resta quella di una vera e propria politicaespansiva a tutti i livelli. Non capire neanche questo segnalesarebbe per la politica molto grave". (AGI).