Conti pubblici: Moscovici, l'accordo con l'Italia è sul debito al 130%

​“So quello che abbiamo concluso con l'Italia, sicuramente non il debito che va al 140%, ma cercare di stabilizzarlo al 130%, che è già alto”. Lo ha detto il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, al suo arrivo all'Ecofin, sottolineando nuovamente di non voler “dare a Salvini il piacere di rispondergli”. Moscovici ha ricordato che “ci sono impegni presi, sono nel programma di stabilità dell'Italia (il Def). Lavoro con il governo e spero che questi impegni saranno pienamente rispettati. Valuteremo le finanze pubbliche italiane, come quelle degli altri Stati membri, nel quadro del semestre europeo dopo le elezioni europee”, ha detto Moscovici.
     “Conosco il governo, conosco il primo ministro Conte, conosco il ministro delle Finanze Tria che ho incontrato ieri, conosco il programma di stabilità che è un documento ufficiale adottato da tutto il governo, inclusi i vicepremier. Finite le cose da campagna elettorale lavoreremo su fatti e dati. Questo è quello che conta per noi”, ha concluso Moscovici.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it