Conte: "Con l'Ue vogliamo chiudere quanto prima, trattativa a oltranza"

“Vorremmo chiudere quanto prima, la negoziazione va avanti ad oltranza”. Così il premier, Giuseppe Conte, sulla manovra e il dialogo con l’Unione europea. “Deve essere una vittoria per i cittadini”, ha spiegato il presidente del Consiglio in conferenza stampa a Bruxelles, “sono momenti febbrili e intensi per l’attività di governo, è un passaggio delicato per il Paese”. Il premier ha quindi tenuto a sottolineare che “non e’ stato affatto difficile convincere Salvini e Di Maio. Fin dall’inizio abbiamo impostato una manovra contro il rischio recessione. Abbiamo messo a fuoco le riforme inserire nel contratto di governo per mantenere fede alle promesse e per realizzare una prospettiva di sviluppo. Non abbiamo mai pensato al 2,4%" del rapporto deficit/Pil "come un totem o un indice di sfida all’Europa. Abbiamo accantonato le somme apparse necessarie per garantire queste riforme ma io non ho mai anticipato cifre. Il saldo finale e’ determinato dalle stime tecniche calcolate. Abbiamo liberato delle risorse”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.