Ma insomma, il duello tv tra Renzi e Di Maio si farà o no?

Il candidato di M5S si sfila perché non riconosce il segretario del Pd come rivale. E torna ad essere virtuale la sfida che domani doveva diventare reale 

confronto tv matteo renzi luigi di maio si fa o non si fa

Era nata come un sfida su Twitter, doveva diventare un duello tv ed è tornata ad essere una contesa sui social network. La questione del confronto tv tra Matteo Renzi e Luigi Di Maio era ed è rimasto una telenovela senza fine il cui ultimo colpo di scena è un post su Facebook con cui il candidato premier di Cinque Stelle annuncia che non si presenterà martedì sera a 'Di Martedì', salotto di Giovanni Floris su La7, perché non riconosce il segretario del Pd come rivale nelle prossime elezioni politiche.

Pronta la risposta di Renzi, prima su Twitter sulla serata tv che rischia di saltare.

Poi su Facebook, dove riapre la questione della leadership nel Pd e della candidatura alle elezioni.

Che cosa propone M5S 

Il Movimento ha proposto di portare Alessandro Di Battista al posto di Luigi Di Maio per un confronto 'sfalsato', non diretto, con  Renzi. A questo punto, quindi, toccherà con ogni probabilità al conduttore del programma e allo stesso Renzi decidere se accettare la controproposta dei 5 Stelle di fare interviste separate ai due esponenti politici. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it