Clima: Renzi auspica "accordo storico", "e' sfida nostro tempo"

(AGI) - New York, 23 set. - Matteo Renzi ha auspicato "unaccordo globale e vincolante" alla 21ma Conferenza ministerialedi Parigi dell'anno prossimo sui cambiamenti climatici, che hadefinito "la sfida del nostro tempo". Serve, ha dichiarato ilpremier intervenendo a New York al summit Onu sul clima amargine dell'Assemblea generale, "un accordo applicabile atutte le parti, sulla base dei contributi che ciascuno di noipotra' dare, e che includa tutti gli elementi essenziali". Traquesti Renzi ha indicato "azioni di mitigazione, finanza per ilclima, adattamento, trasferimento tecnologico, 'capacitybuilding' e trasparenza". "Dobbiamo raggiungere un accordo

(AGI) - New York, 23 set. - Matteo Renzi ha auspicato "unaccordo globale e vincolante" alla 21ma Conferenza ministerialedi Parigi dell'anno prossimo sui cambiamenti climatici, che hadefinito "la sfida del nostro tempo". Serve, ha dichiarato ilpremier intervenendo a New York al summit Onu sul clima amargine dell'Assemblea generale, "un accordo applicabile atutte le parti, sulla base dei contributi che ciascuno di noipotra' dare, e che includa tutti gli elementi essenziali". Traquesti Renzi ha indicato "azioni di mitigazione, finanza per ilclima, adattamento, trasferimento tecnologico, 'capacitybuilding' e trasparenza". "Dobbiamo raggiungere un accordo storico a Parigi, lodobbiamo ai nostri figli, ed ai figli dei nostri figli", hadetto il premier. L'Italia fara' la sua parte, ha assicurato,con "un contributo significativo al Fondo verde per il climadell'Onu. E lo sta facendo anche su altri fronti: "ad agosto",ha spiegato, "il 45% dell'energia elettrica prodotta in Italiaproveniva da fonti rinnovabili; il 22% delle imprese italianehanno investito in ambiente e in Italia sono quelle cheesportano di piu', innovano di piu' e producono piu' posti dilavoro (circa il 40% nel 2013)". "I bambini di Pechino,Shanghai, Copenaghen, Coney Island giocano su giostre italianeperche' sono belle, divertenti ma anche perche' consumano menoenergia", ha sottolineato Renzi. "Il clima globale e' un bene comune che dobbiamo proteggeree preservare, e in questa prospettiva il cambiamento climaticoe' la sfida del nostro tempo", ha insistito il premier. "Lascienza ce lo dice chiaramente: non c'e' tempo da perdere.Dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra e limitarel'incremento di temperatura". Per il presidente del Consiglio questa battaglia offreanche opportunita' "per una nuova economia a misura d'uomo checontrasta la crisi economica": "Dall'economia verde verrannomilioni di nuovi green Jobs che abbiamo il dovere di costruireassieme", ha osservato. "Abbiamo bisogno di una decisionecomune e di soluzioni condivise", ha insistito, "abbiamo lapossibilita' di costruire un mondo nuovo e un futurosostenibile per i nostri figli". Renzi ha indicato come primo passo "la riduzione a livellomondiale delle emissioni di gas a effetto serra" attraverso "il carbon pricing, il miglioramento dell'efficienzaenergetica, l'incremento delle fonti di energia rinnovabili, lariduzione dell'utilizzo di combustibili fossili". In questosenso ha ricordato che l'Ue "sta mantenendo il suo impeno al2020 di riduzione di gas serra e sta addirittura per andareoltre, fissando nuovi obiettivi al 2030" per arrivare a quello"ambizioso" per il 2050 di "ridurre le emissioni di gas serraall'80-95% rispetto ai livelli del 1990". "L'Unione Europea", ha dichiarato Renzi che detiene anchela presidenza di turno dell'Ue, "deve ritrovare il gusto dellesfide storiche e dei traguardi generazionali - questo e' unodei principali. C'e' bisogno del nostro lavoro congiunto". .