Brunetta, jobs act imbroglio gigante

(AGI) - Roma, 23 nov. - "Il Jobs Act e' solo una scatola vuotadi contenuti e soldi. E piena di inutili compromessi. Una leggedelega votata con toni trionfali sia da Sacconi sia da Damianoe' la prova provata che si tratta di un imbroglio". Cosi'Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera deideputati, in un editoriale pubblicato da "Il Giornale". "L`articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, con tutte lesue rigidita', non e' stato superato, e la regolazione diquesto compromesso e' stata delegata a decreti legislativi cheal momento nessuno conosce. Ne verra' fuori un

(AGI) - Roma, 23 nov. - "Il Jobs Act e' solo una scatola vuotadi contenuti e soldi. E piena di inutili compromessi. Una leggedelega votata con toni trionfali sia da Sacconi sia da Damianoe' la prova provata che si tratta di un imbroglio". Cosi'Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera deideputati, in un editoriale pubblicato da "Il Giornale". "L`articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, con tutte lesue rigidita', non e' stato superato, e la regolazione diquesto compromesso e' stata delegata a decreti legislativi cheal momento nessuno conosce. Ne verra' fuori un pasticcio controi lavoratori, le imprese, i giovani, il mercato del lavoro eanche contro il buon senso. Sarebbe bastato dire: l`articolo 18e' abolito, non c`e' piu' il reintegro ma solo l`indennizzo. E'un imbroglio, come lo e' il contratto a tutele crescenti validosolo per i neoassunti. E come e' un imbroglio la promessa diammortizzatori sociali per tutti con soldi che non ci sono.Resta solo la logora annuncite di Renzi". "Il Jobs Act e' l`ennesimo imbroglio di Renzi. L`articolo18 esce dalla porta per tomare dalla finestra. Una norma checreera' nuove rigidita', non aiutera' le imprese e nonfavorira' nuove assunzioni. Inoltre il testo consegna aigiudici una grande discrezionalita' nel valutare lalegittimita' o meno del licenziamento disciplinare. E ilproblema del rapporto con l`articolo 76 della Costituzioneresta aperto, dal momento che non e' dato sapere quali sarannole 'specifiche fattispecie' in cui operera' la sanzione delreintegro. La soluzione proposta in un emendamento di ForzaItalia sarebbe stata piu' chiara: nel caso di licenziamentodisciplinare giudicato illegittimo, dare al datore di lavoro,sanzionato con la reintegra, la facolta' di optare perun`indennita' predeterminata".(AGI).