Boldrini: pdl su eutanasia presto al vaglio della Camera

(AGI) - Roma, 19 set. - La proposta di legge di iniziativapopolare sul 'rifiuto di trattamenti sanitari e liceita'dell'eutanasia' potrebbe presto arrivare al vaglio dell'Aula diMontecitorio. E' quanto annuncia il presidente della Camera,Laura Boldrini, che ne proporra' la calendarizzazione aicapigruppo, nel messaggio inviato all'associazione LucaCoscioni in occasione dell'undicesimo congresso. "Pur se il ruolo mi impedisce di pronunciarmi sui contenutidelle singole proposte - scrive Boldrini - credo che uno deglistrumenti utili a ridurre questa distanza" tra la politica e icittadini "stia nel dare nuovo vigore, e risposte finalmentecredibili, alle iniziative legislative

(AGI) - Roma, 19 set. - La proposta di legge di iniziativapopolare sul 'rifiuto di trattamenti sanitari e liceita'dell'eutanasia' potrebbe presto arrivare al vaglio dell'Aula diMontecitorio. E' quanto annuncia il presidente della Camera,Laura Boldrini, che ne proporra' la calendarizzazione aicapigruppo, nel messaggio inviato all'associazione LucaCoscioni in occasione dell'undicesimo congresso. "Pur se il ruolo mi impedisce di pronunciarmi sui contenutidelle singole proposte - scrive Boldrini - credo che uno deglistrumenti utili a ridurre questa distanza" tra la politica e icittadini "stia nel dare nuovo vigore, e risposte finalmentecredibili, alle iniziative legislative dei cittadini, comequella sul 'rifiuto di trattamenti sanitari e liceita'dell'eutanasia' che veniste a presentarmi a Montecitorio nelloscorso ottobre". Boldrini ricorda che "da allora ha compiutonuovi passi avanti la riforma del regolamento della Camera, chetra i suoi elementi qualificanti ha appunto la valorizzazionedelle proposte di legge di iniziativa popolare". La terza carica dello Stato spiega: "Conto che questaimportante riforma arrivi presto all'esame dell'aula, manell'attesa e' possibile, su richiesta dei gruppi, lacalendarizzazione delle proposte di legge di iniziativapopolare gia' giunte alla Camera", ed assicura che "porro'ancora una volta la questione nelle prossime riunioni dellaconferenza dei presidenti di gruppo". Secondo Boldrini,infatti, la nostra attenzione e' doverosa: per rispetto deldettato costituzionale e delle decine di migliaia di cittadiniche, firmando, hanno espresso attiva partecipazione alla vitademocratica". (AGI)