Berlusconi: "torno in campo per un'Italia migliore"

(AGI) - Roma, 11 mar. - Primo inevitabile effettodell'assoluzione di Silvio Berlusconi in Cassazione: l'exCavaliere torna in pista con una dimostrazione di sostegnopopolare. E una promessa: hic manebimus optime. La decisione della Cassazione e' arrivata intorno allamezzanotte, le ricadute politiche scattano in mattinata. Lemotivazioni, come prevede il codice, arriveranno entro 90giorni. Subito e' lo stesso Silvio Berlusconi a dare il sensopolitico dell'assoluzione sul caso Ruby: "Ora, archiviata anchequesta triste pagina, sono di nuovo in campo per costruire, conForza Italia e con il centrodestra, un'Italia migliore, piu'giusta e piu' libera", annuncia

(AGI) - Roma, 11 mar. - Primo inevitabile effettodell'assoluzione di Silvio Berlusconi in Cassazione: l'exCavaliere torna in pista con una dimostrazione di sostegnopopolare. E una promessa: hic manebimus optime. La decisione della Cassazione e' arrivata intorno allamezzanotte, le ricadute politiche scattano in mattinata. Lemotivazioni, come prevede il codice, arriveranno entro 90giorni. Subito e' lo stesso Silvio Berlusconi a dare il sensopolitico dell'assoluzione sul caso Ruby: "Ora, archiviata anchequesta triste pagina, sono di nuovo in campo per costruire, conForza Italia e con il centrodestra, un'Italia migliore, piu'giusta e piu' libera", annuncia in una nota. Poi appuntamento per tutti a Palazzo Grazioli, per brindareinsieme. Attraversata da piu' di un dubbio nei giorni scorsi,Forza Italia si ricompatta attorno al Fondatore. "Ringrazio gliavvocati che mi hanno assistito, le persone care, i miei amicie collaboratori", dice allora Berlusconi che estende il suoringraziamento ai "leader politici di tutto il mondo, e imilioni di italiani di tutte le fedi politiche, che mi hannotestimoniato stima e rispetto e che non hanno creduto al fangoche e' stato gettato addosso alla mia persona ma anche alleistituzioni della Repubblica". Ma Berlusconi guarda anche alle toghe per dire un grazie aimagistrati "che hanno fatto il loro dovere senza farsicondizionare dalle pressioni mediatiche e dagli interessi diparte". Quello che in altri Paesi sarebbe scontato - sottolineaancora - in Italia e' una prova di coraggio e di indipendenzache merita rispetto e ammirazione". Sta a Brunetta passare al contrattacco: "Chi ripaghera'adesso decine, decine e decine di persone che sono stateviolentate. Chi ripaghera' l'uomo Berlusconi? Chi ripaghera' ilpresidente Berlusconi? Chi ripaghera' l'Italia di questiincalcolabili danni prodotti alla sua storia e alla suaimmagine?". Probabilmente sara' questo il leit-motiv delleprossime settimane. Berlusconi, intanto, da' a vedere di nonvoler guardare al passato, ma al futuro. Anchequello prossimo:"Dobbiamo essere uniti. Cosi' faremo valere il nostro popoloche e' sempre la maggioranza nel Paese". Un messaggio per ilsuo partito e non solo. A maggio sono previste leregionali.(AGI).