Berlusconi: Napolitano lascera' entro fine anno, ci sara' accordo su successore

(AGI) - Milano - "Credo che confermera' la volonta' didare le proprie dimissioni entro la fine dell'anno". SilvioBerlusconi esprime la sua  [...]

(AGI) - Milano, 15 nov. - "Credo che confermera' la volonta' didare le proprie dimissioni entro la fine dell'anno". SilvioBerlusconi esprime la sua convinzione che il Presidente dellaRepubblica, Giorgio Napolitano, lascera' il Quirinale. Perindividuare la figura del prossimo Presidente della Repubblica"ritengo augurabile una convergenza tra centrodestra ecentrosinistra", ha detto nel corso della presentazione dellibro della deputata Fi Michaela Biancofior. L'accordo, haspiegato, deve "dare garanzie ad entrambe le parti" per unapersonalita' che abbia "saggezza ed equilibrio". "Non abbiamoancora fatto nessun nome, ma la situazione dei numeri ci fapensare a un accordo. Credo - ha detto ancora - che sia unacollaborazione utile per fare il bene dell'Italia". Inprecedenza, il leader di Fi aveva ribadito che a suo giudiziooggi in Italia "non siamo un sistema democratico, siamo altro.Mi auguro che il prosieguo di questa avventura fuori dellademocrazia non sia disastroso". Berlusconi ha poi ribadito chenegli ultimi vent'anni vi sono stati "quattro colpi di Stato,con la sospensione della democrazia e l'uso politico dellagiustizia nei miei confronti". Sulla legge elettorale "i pattisi devono rispettare", ha affermato Berlusconi. "Significaaccantonare le ultime due proposte avanzate", ossia il premioalla lista e la soglia troppo bassa. Il 'patto del Nazareno' e'stato stretto con il Pd per "l'esigenza di rendere governabileil Paese: sara' un percorso lungo, speriamo di poterciarrivare", ha detto ancora Berlusconi. "Le due cose che rendonogovernabile un Paese sono una sola Camera e un sistema bipolare- ha spiegato l'ex presidente del Consiglio - sara' un percorsolungo, speriamo di poterci arrivare". "Serve un accordo anchetra tutti i partiti del centrodestra, sperando che in futuro cisia una fusione ed un 'lider maximo' in cui tutti possanoriconoscersi", ha detto ancora Berlusconi. Quindi l'apertura alNuovo centrodestra di Alfano. Le strade "devono ricongiungersi"in modo da andare uniti ad un confronto con il centrosinistraalle prossime elezioni. "Il centrodestra oggi in Italia hadifficolta' a confrontarsi con il centrosinistra - ha detto illeader FI -. Ognuno e' andato per la propria strada ma per ilbene del Paese queste strade debbono ricongiungersi. Dopo levicende personali, credo che si debba arrivare tutti insieme,per ragioni superiori, a confrontare il centrodestra con ilcentrosinistra alle prossime elezioni. E' una necessita' eanche un augurio". .