Azzollini: Pd dira' si' all'arresto. Probabile voto entro l'estate

(AGI) - Roma  - Il Pd e' pronto a votare, in Aula alSenato, a favore della richiesta di arresti domiciliari,avanzata dalla  

(AGI) - Roma, 11 giu. - Il Pd e' pronto a votare, in Aula alSenato, a favore della richiesta di arresti domiciliari,avanzata dalla procura di Trani nei confronti di AntonioAzzollini, senatore di Ap e presidente della commissioneBilancio. Ad anunciarlo e' il presidente del partito, MatteoOrfini, al quale replica il coordinatore di Ncd, GaetanoQuagliariello: "Non si puo' dire che bisogna conoscere le cartema che e' inutile conoscerle perche' si e' gia' deciso.Pretendiamo dagli altri la stessa serieta' con la quale cistiamo comportando noi", afferma Quagliariello, commentando leparole di Orfini. Ncd, pero', avverte: "se fosse un si' pregiudiziale eideologico noi riterremo questo si' ingiustificato epoliticamente grave. Riteniamo che anche il Pd, che hacertamente una cultura diversa dalla nostra, debba giudicaresulla base dei fatti", ha detto il coordinatore nazionale,Gaetano Quiagliariello. La Giunta per le immiunita' del Senato si riunira' martedi'prossimo, 16 giugno, alle 20. Ci saranno, questo il calendariodi massima, due sedute a settimana. "Il calendario e' elastico"ma l'intenzione e' di chiudere "per il 24 giugno" spiega il M5sMario Giarrusso"L'impegno e' di dare risposte rapide anche a tutela delcollega", spiega il senatore Psi Enrico Buemi che alla domandase si possa pensare ad un esame dell'Aula prima della pausaestiva risponde "penso di si'". Intanto e' stato dato mandato al presidente Dario Stefanodi interlocuire con il senatore Azzollini per concordareun'audizione e per il deposito di un'eventuale memoria. Alla riunione dell'ufficio di presidenza, secondo quanto siapprende, non c'erano Fi e Ncd. "Rispetto il calendario e andro' in audizione certamente",ha detto il presidente della commissione Bilancio del Senato,Antonio Azzollini, rispondendo ai giornalisti al terminedell'ufficio di presidenza della giunta per le immunita' che hastabilito di riunirsi sulla richiesta di arresto avanzata neidi lui confronti dalla magistratura di Trani, a partire damartedi' prossimo alle 20. "Certo - osserva Azzollini lasciando la sua commissionedove si e' discusso del parere del ddl Buona scuola - la massadi carte e' grande". Poi non commenta alcuna presa di posizionesulla vicenda: "io non sento dichiarazioni, io lavoro", e' lareplica. (AGI).