Alfano, Italia e Roma "obiettivi non secondari" dell'Isis

(AGI) - Roma, 9 set. - "L'Italia non occupa un postosecondario" tra gli obiettivi del terrorismo internazionale,cosi' come "Roma, culla della cristianita'". Lo ha detto ilministro dell'Interno Angelino Alfano, in Aula alla Camera,sottolineando che, comunque, "al momento non si registranoevidenze investigative su progetti diretti contro l'Italia".Pero' "Occorre rafforzare le armi legislative in materia diterrorismo". In particolare, secondo Alfano, l'attenzione varivolta ai cosiddetti "lupi solitari", "perseguendo le condottebasate su pulsioni individualiste che rappresentano pur sempreun pericolo da neutralizzare". Il titolare del Viminale hasottolineato che "il terrorismo internazionale di matricereligiosa

(AGI) - Roma, 9 set. - "L'Italia non occupa un postosecondario" tra gli obiettivi del terrorismo internazionale,cosi' come "Roma, culla della cristianita'". Lo ha detto ilministro dell'Interno Angelino Alfano, in Aula alla Camera,sottolineando che, comunque, "al momento non si registranoevidenze investigative su progetti diretti contro l'Italia".Pero' "Occorre rafforzare le armi legislative in materia diterrorismo". In particolare, secondo Alfano, l'attenzione varivolta ai cosiddetti "lupi solitari", "perseguendo le condottebasate su pulsioni individualiste che rappresentano pur sempreun pericolo da neutralizzare". Il titolare del Viminale hasottolineato che "il terrorismo internazionale di matricereligiosa veste anche abiti europei, insospettabile tra gliinsospettabili: e' una sfida senza precedenti alla sicurezza"perche' "siamo di fronte a "un'organizzazione che ha ambizioni,soldi e uomini pronti a combattere che nessuna ha mai avutoprima". (AGI).