"Senza crescita non c'e' futuro" Renzi apre il semestre italiano

(AGI) - Strasburgo, 2 lug. - "Senza crescita l'Europa non hafuturo". E' uno dei passaggi piu' importanti del discorso diMatteo renzi a Strasburgo,

"Senza crescita non c'e' futuro" Renzi apre il semestre italiano

(AGI) - Strasburgo, 2 lug. - "Senza crescita l'Europa non hafuturo". E' uno dei passaggi piu' importanti del discorso diMatteo Renzi a Strasburgo, dove il premier italiano ha apertoil semestre di presidenza europea.

"Le parole chiave devono essere coraggio e orgoglio perche'questo e' il tempo in cui questi valori sono richiestiall'Europa ma anche all'Italia", ha detto il presidente delConsiglio. Un'uscita del Regno Unito dall'Unione europea non e'pensabile, per che l'Europa "sarebbe meno se stessa", ha detto,riferendosi al recente voto contrario inglese alla decisione suJean Claude Juncker alla guida della Commissione, il presidentedel Consiglio.

Il PPE a Renzi, "Mantenere il rigore, flessibilita' e' strada sbagliata" (LEGGI)

"In bocca al lupo a ciascuno di voi membri del parlamentoeuropeo avete responsabilita' di riportare speranza e fiducianelle istituzioni europee. E' molto forte nel nostro corpo - hasottolineato il premier - la ferita che ha lasciato la recentecongiuntura economica. "Esiste un grande tema economico efinanziario ma l'Italia sostiene che la sfida non sia soloquella di elencare, ma la vera sfida che ha di fronte a se' ilnostro continente e' ritrovare l'anima dell'Europa". "Abbiamno parlato un linguaggio di verita', dicendo che noi dobbiamo fare le riforme e il Senatosta votando la riforma che cambia le regole del gioco nelnostro Paese. L'Italia non viene qui per chiedere all'Europa icambiamenti che lei non e' in grado di fare, ma a dire che leiper prima crede nelle istituzioni europee. Viene come un grandePaese per dare e non per chiedere", ha detto Renzi alParlamento Europeo.

"Non ci sara' una Europa degna di questonome finche' non ci sara' il servizio civile europeo", ha poisottolineato. "Dobbiamo lanciare una sfida per la semplicita'" nelfunzionamento della Unione Europea, "perche' l'Europa siaun'Europa piu' smart. Sulle questioni economiche, ve logarantisco, ci faremo sentire con forza, con la forza di unPaese che ha dato piu' di quanto ha preso". In Palestina "cisono bambini che hanno il diritto di crescere, lo StatoPalestinese ha il diritto ad esistere. Israele ha il diritto eanche il dovere ad esistere", ha ammunito il premier affermandoche "su questo l'Europa non puo' essere cieca= e deve fare dipiu'".

Renzi ha poi spiegato che "l'Africa deve avere unprotagonismo maggiore in Europa, non solo nella dimensioneeconomica e energetica, ma anche nella dimensione umana. Voirappresentate la civilizzazione della globalizzazione. Se alfianco di Asia Bibi, in carcere perche' cristiana non c'e'un'Europa che si indigna, se non c'e' la nostra reazione non possiamo definirci degni della responsabilita' che abbiamo", haaggiunto.

Renzi, parlando agli eurodeputati, ha poi voluto poi fare isuoi complimenti "a chi ha ottenuto un risultato importante, achi e' entrato nelle istituzioni europee e a chi, sulla base diaccordi politici tra i gruppi, avra' la responsabilita' diguidare le commissioni. Faccio i complimenti anche a GianniPittella che guidera' il gruppo". Parole che hanno provocato ilmugugno di quanti non sono stati citati direttamente da Renzi:"Ma se mi metto a citare tutti non si finisce piu', anche LaraComi, sono d'accordo, e' assolutamente importante...". Unabattuta che ha suscitato la risata di Alessandra Mussoliniseduta proprio accanto a Comi nel palazzo che ospita lariunione. "Il semestre comincia nell'aula del Parlamento", hapoi ripreso, serio, Renzi: "Non prima. E' stata unacompetizione molto dura e a chi e' stato eletto con tantepreferenze va un doppio in bocca al lupo". (AGI).