Battery swapping: arriva la mobilità elettrica a zero emissioni e zero tempi di ricarica  
ENI ENJOY XEV NATIVE

Battery swapping: arriva la mobilità elettrica a zero emissioni e zero tempi di ricarica  

logo eni

Basta uno “swap” per evitare le attese di ricarica delle auto elettriche. Si chiama, appunto, “battery swapping” la piccola rivoluzione nella mobilità elettrica urbana di XEV, casa automobilistica torinese, che ha lanciato la YOYO, city car completamente elettrica guidabile già dai 16 anni con patente B1 e che nel 2022 entrerà a far parte della flotta di Enjoy, il car sharing di Eni.

Il meccanismo del “battery swapping” è semplice: nelle stazioni di servizio Eni, le batterie scariche vengono sostituite con altre cariche. Dopo le 500 a motorizzazione mild hybrid e i cargo a metano, Enjoy incorporerà nella sua flotta, presente a Roma, Milano, Torino, Firenze e Bologna, le auto elettriche di XEV, ed Eni attrezzerà alcune stazioni di servizio per il servizio di sostituzione delle batterie.

Una scelta che, se da un lato punta a offrire alla clientela vetture piccole e facili da parcheggiare, elettriche, pensate per una mobilità urbana più sostenibile e guidabili anche dai 16enni, dall’altra conferma l’impegno di Eni nella transizione energetica, nell’ambito di una strategia che le consentirà all’azienda di raggiungere la totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050.

Le city car YOYO e il servizio di “battery swapping” sono stati presentati all’International Motor show (IAA), lo scorso settembre a Monaco di Baviera, in Germania. Pensata per il traffico cittadino, YOYO è una city car elettrica, con un'autonomia di 150 km e una velocità fino a 80+ km/h, grazie al suo pacco batterie da 10.3 kWh e il suo motore da 10 Cv di potenza massima. Numeri che la rendono ideale per spostarsi nelle città in cui il servizio di car sharing di Eni è attivo.

"Con questa partnership nella mobilità sostenibile Eni conferma il proprio impegno nella transizione energetica e l’assoluta rilevanza attribuita alla leva dell’innovazione – ha dichiarato Giovanni Maffei, Responsabile Commerciale Green & Traditional Refining & Marketing di Eni - La partnership con XEV rafforza la nostra leadership nel fornire energia pulita e soluzioni concrete, efficienti e sostenibili ai consumatori. Con XEV siamo i primi in Europa a fornire il servizio di sostituzione della batteria presso le nostre stazioni di servizio, e saremo i primi a metterle a disposizione degli utenti del nostro servizio di car sharing Enjoy, per ampliare il più possibile l’offerta di servizi e prodotti sostenibili”. 

"In XEV siamo impegnati nello sviluppo di una mobilità urbana sostenibile e nell’offerta ai nostri clienti di servizi innovativi ed eccellenti esperienze. Siamo lieti che Eni, compagnia leader in Europa, condivida la nostra visione che punta a creare un futuro più sostenibile – ha dichiarato Luo Tik, CEO di XEV - Riteniamo che questo innovativo modello di business eliminerà le difficoltà e le limitazioni che i nostri consumatori devono affrontare per ricaricare le auto elettriche”. 

La sostituzione delle batterie scariche è un importante passo verso la sostenibilità della mobilità urbana che, oltretutto, sfrutta infrastrutture cittadine già esistenti, come le stazioni di servizio Eni che, a loro volta, sono a centro di una transizione che le ha portate a diventare “mobility point” con servizi dedicati alla mobilità, alla persona e alla vettura.