Vino: studio Mps, Francia prima Italia seconda in produzione

(AGI) - Siena, 9 giu. - Il mercato mondiale del vino comeemerge dallo studio Mps non ha registrato variazionisignificative nel 2014, con la produzione e i consumirispettivamente a 279 e 240 milioni di ettolitri: in questocontesto la Francia ha assunto la leadership produttiva con 47milioni di ettolitri e l'Italia e' al secondo posto con 44milioni dopo il notevole calo del 2014. Per quanto riguarda i consumi, ottima la performance degliUSA che sono oggi il primo paese con poco meno di 30 milioni diettolitri: il nord America cresce di importanza ed esprimevanel

(AGI) - Siena, 9 giu. - Il mercato mondiale del vino comeemerge dallo studio Mps non ha registrato variazionisignificative nel 2014, con la produzione e i consumirispettivamente a 279 e 240 milioni di ettolitri: in questocontesto la Francia ha assunto la leadership produttiva con 47milioni di ettolitri e l'Italia e' al secondo posto con 44milioni dopo il notevole calo del 2014. Per quanto riguarda i consumi, ottima la performance degliUSA che sono oggi il primo paese con poco meno di 30 milioni diettolitri: il nord America cresce di importanza ed esprimevanel 2013 il 23% dei consumi mondiali (20% nel 2000), mentrel'Europa e' scesa dal 69 al 61% pur rimanendo la macroarea piu'rilevante. In crescita notevole anche i consumi asiatici, chesono passati dal 6 al 10% del totale nello stesso periodo. Sonoproprio America ed Asia i mercati di esportazione piu'interessanti nel mondo.Per quanto riguarda l'Italia, letendenze di lungo periodo sono la stabilizzazione dellaproduzione (tra i 40 e i 50 milioni di ettolitri) ed il calosecolare dei consumi interni, che sono scesi da 30 a 20milioni di ettolitri dal 2001 al 2014. Per il nostro paese e'diventata quindi una necessita' primaria avere mercati disbocco. (AGI) Si1/Sep