Vino: Italia in Rosa, 5-7 giugno al Castello di Moniga del Garda

(AGI) - Roma, 30 mag. - Si rinnova come ogni annol'appuntamento che anticipa l'estate nel cuore dellaValte'nesi: dal 5 al 7 giugno 2015 torna Italia in Rosa, laprima e piu' importante manifestazione nazionale dedicata allacultura dei rose', vero e proprio punto di riferimento per ilsempre crescente esercito di appassionati di questa tipologiain forte affermazione sui mercati di tutto il mondo. La rassegna, presentata a Brescia sulla terrazza dell'HotelVittoria taglia il traguardo dell'ottava edizione presentandosiper la prima volta in una nuova e suggestiva location, come ilcastello di Moniga, tipica costruzione difensiva della

(AGI) - Roma, 30 mag. - Si rinnova come ogni annol'appuntamento che anticipa l'estate nel cuore dellaValte'nesi: dal 5 al 7 giugno 2015 torna Italia in Rosa, laprima e piu' importante manifestazione nazionale dedicata allacultura dei rose', vero e proprio punto di riferimento per ilsempre crescente esercito di appassionati di questa tipologiain forte affermazione sui mercati di tutto il mondo. La rassegna, presentata a Brescia sulla terrazza dell'HotelVittoria taglia il traguardo dell'ottava edizione presentandosiper la prima volta in una nuova e suggestiva location, come ilcastello di Moniga, tipica costruzione difensiva dellaValte'nesi che risale al periodo tra il XIV e il XV secolo edove ora e' a disposizione una grande area per eventi,recentemente recuperata dall'amministrazione comunale, cheoffre un panorama di grande suggestione sul lago di Garda. Lastorica sede secentesca di Villa Bertanzi ospitera' invece ledegustazioni tecniche per giornalisti ed addetti ai lavori. "Questo cambio di passo e' particolarmente significativo edimportante - afferma Luigi Alberti, presidente di Italia inRosa -. L'obbiettivo e' lanciare un segnale di novita' algrande pubblico che ha fatto di Italia in Rosa uno dei piu'importanti fenomeni nel mondo delle rassegne enogastronomichenazionali: una rassegna che, nonostante la crescita registrataogni anno, non vuole dormire sugli allori ma preferiscecontinuare a rinnovarsi consolidando il suo ruolo difondamentale viatico promozionale per il territorio". Il programma si conferma fedele ad una formula che hariscosso grande apprezzamenti, presentando al pubblico unaselezione particolarmente rigorosa di 116 cantine di tuttaItalia. cui si aggiungeranno quelle ospitate negli stand diConsorzio Oltrepo' Pavese, Consorzio Bardolino e AssociazioneDonne del Vino per un totale di oltre 180 etichette indegustazione, a rappresentare tutte le piu' ricercate sfumaturedelle produzioni vitivinicole in rosa. A far la parte del leonesaranno le insegne della Valte'nesi, che ne approfittera' perrivendicare la sua natura di territorio viticolo storicamentevocato ed orientato alla produzione di rose'. Ma nonmancheranno rappresentanze di altre aree di grandi tradizionicome il Salento o l'Abruzzo, oltre ad insegne del Veneto, delPiemonte, della Toscana e di molte altre regioni d'Italia. Italia in Rosa e' anche un importante momento diapprofondimento culturale sulle tematiche del territorio: siinserisce in questo ambito il convegno "Valtenesi: dalle radicidel rose' il futuro di un territorio", in programma sabato 6alle 11 a Villa Galnica di Puegnago, sede del ConsorzioValte'nesi: ospite d'onore Gilles Masson, direttore del Centrede Recherche et d'Expe'rimentation sur le Vin Rose' di Vidauban(Provenza), che presentera' i primi dati di un progetto diricerca triennale sul Chiaretto messo a punto lo scorso anno incollaborazione con il Consorzio Valtenesi. In finale, dibattitocon Franco Ziliani, giornalista dei blog Vino al Vino eLeMilleBolleBlog. Al termine della tavola rotonda, verra'consegnato il Trofeo Pompeo Molmenti al miglior Chiaretto dellavendemmia 2014. "Italia in Rosa rappresenta uno dei momenti chiave di unastrategia promozionale fortemente incentratasull'internazionalizzazione del Chiaretto - afferma ilpresidente del Consorzio Valtenesi, Alessandro Luzzago - Lamanifestazione, anno dopo anno, sta diventando un veicolo perrafforzare l'identita' della Valte'nesi come terra diproduzione di grandi rose': un concetto sul quale quest'annoabbiamo deciso di insistere con la volonta' di rafforzare erilanciare l'autentica vocazione del territorio". Da ricordare infine che Italia in Rosa e' inserita nelprogetto Expo per il Lago di Garda, fortemente voluto dallaStrada dei Vini e dei Sapori del Garda e dalla sua presidenteGiovanna Prandini, in sinergia con il Consorzio GardaLombardia, che prevede una messa in rete di tutte le iniziativeturistico-enogastronomiche per una comunicazioneintegrata.(AGI)Bru