Vino: Consorzio Valtenesi, Chiaretto protagonista ad Italia in Rosa

(AGI) - Roma, 23 mar. - Cambia casa la piu' conosciuta edapprezzata manifestazione italiana dedicata ai rose': inoccasione dell'ottava edizione, Italia in Rosa trasloca infattinell'antico castello trecentesco di Moniga del Garda, la citta'del Chiaretto dove la vetrina del "drink pink" e' nata e si e'consolidata negli anni, diventando un evento di proporzioniormai internazionali. E' questa la novita' piu' importanteufficializzata a Vinitaly allo stand del Consorzio Valtenesi,dove il presidente Alessandro Luzzago ha illustrato laprogrammazione e le strategie dell'annata insieme a LuigiAlberti, presidente di Italia in Rosa. Nel corso dell'evento ilpresidente

(AGI) - Roma, 23 mar. - Cambia casa la piu' conosciuta edapprezzata manifestazione italiana dedicata ai rose': inoccasione dell'ottava edizione, Italia in Rosa trasloca infattinell'antico castello trecentesco di Moniga del Garda, la citta'del Chiaretto dove la vetrina del "drink pink" e' nata e si e'consolidata negli anni, diventando un evento di proporzioniormai internazionali. E' questa la novita' piu' importanteufficializzata a Vinitaly allo stand del Consorzio Valtenesi,dove il presidente Alessandro Luzzago ha illustrato laprogrammazione e le strategie dell'annata insieme a LuigiAlberti, presidente di Italia in Rosa. Nel corso dell'evento ilpresidente ha anche presentato il nuovo direttore delConsorzio: si tratta di Carlo Alberto Panont, figura molto notanel mondo del vino italiano, gia' collaboratore di moltiimportanti enti consortili nazionali, che ora ha accettato dimettere la propria professionalita' ed esperienza anche alservizio della grande sfida del Valtenesi. Ospite specialedella presentazione il cantautore Omar Pedrini, sceltorecentemente come testimonial per Expo 2015 del patrimonioUnesco di Brescia. Il cantautore, grande amico del Chiaretto,ha interrotto appositamente le prove del suo nuovo tourelettrico, in partenza il prossimo 27 marzo da Londra, peressere a Verona a testimoniare la sua passione e dedizione peril rose' della Valte'nesi. "E' un vino che amo da sempre e cherappresenta la grande tradizione della terra che ha dato leorigini alla mia famiglia - ha spiegato il musicista -. Ritengosia un prodotto di grande tradizione ma anche di grandemodernita', e sono felice di sostenere il Consorzio Valtenesiin questa importante ed intelligente azione di valorizzazione". Pedrini sara' con ogni probabilita' anche fra iprotagonisti di "Italia in Rosa 2015" che, come spiegato daLuigi Alberti, "si spostera' nell'area del castello di Moniga,tipica costruzione difensiva del territorio che risale alperiodo tra il XIV e il XV secolo e dove ora e' a disposizioneuna grande area per eventi, recentemente recuperatadall'amministrazione comunale, che offre un panorama di grandesuggestione sul lago di Garda". La vecchia sede di villaBertanzi non verra' tuttavia abbandonata, in quanto ospitera'quest'anno le degustazioni tecniche per giornalisti edoperatori specializzati. Per il resto la formula non cambia: siprevede anche quest'anno la presenza di oltre 100 cantine conil meglio della produzione in rosa di tutta Italia, dallaValte'nesi al Salento passando per l'Abruzzo. "Italia in Rosa e' la nostra vetrina piu' importante - hadichiarato il presidente del Valtenesi Alessandro Luzzago -.Quest'anno per noi rappresentera' anche una tappa fondamentaleper consolidare un cammino di crescita, che ci ha vistoaumentare i numeri e consolidare un forte prestigiointernazionale anche al Prowein di Dusseldorf, dove la scorsasettimana abbiamo partecipato per la prima volta come Consorzioriscuotendo grandi consensi. Dalla Germania e' partita lanostra nuova strategia, con la quale vogliamo puntare in modochiaro sul Chiaretto come tipologia da promuovere a tutto camposia a livello nazionale che internazionale".(AGI)Bru