Vino: Confagricoltura Fvg, ok aumento tasso alcolico uve

(AGI) - Udine, 16 set. - "Sara' possibile per i vignaioli delFvg, incrementare il tasso alcolometrico del vino di unulteriore 0,5%". Confagricoltura Fvg esprime la suasoddisfazione per la comunicazione del ministero dellePolitiche agricole effettuata a seguito dell'appositoregolamento autorizzativo presentato dalla Commissione europea.Per non creare ulteriori problemi ai vignaioli, oltreall'annata anomala - spiega Claudio Cressati, presidente diConfagricoltura Fvg - ci eravamo subito associati allarichiesta in tal senso effettuata dalla nostra Direzioneagricoltura. Il provvedimento europeo consente cosi' leoperazioni di arricchimento che determinano un aumento deltitolo alcolometrico di 2% in volume,

(AGI) - Udine, 16 set. - "Sara' possibile per i vignaioli delFvg, incrementare il tasso alcolometrico del vino di unulteriore 0,5%". Confagricoltura Fvg esprime la suasoddisfazione per la comunicazione del ministero dellePolitiche agricole effettuata a seguito dell'appositoregolamento autorizzativo presentato dalla Commissione europea.Per non creare ulteriori problemi ai vignaioli, oltreall'annata anomala - spiega Claudio Cressati, presidente diConfagricoltura Fvg - ci eravamo subito associati allarichiesta in tal senso effettuata dalla nostra Direzioneagricoltura. Il provvedimento europeo consente cosi' leoperazioni di arricchimento che determinano un aumento deltitolo alcolometrico di 2% in volume, comprese quelle gia'effettuate. Inoltre, le medesime operazioni sono da ritenersiconsentite anche se effettuate in piu' volte, stante l'esigenzadi assicurare una migliore vinificazione delle uve. Per glianni futuri, sarebbe preferibile che la richiesta venisse fattacon qualche mese di anticipo sulla vendemmia, visti i tempiburocratici delle decisioni. In aggiunta - conclude Cressati -serve pensare a una serie di interventi innovativi in materiadi assicurazioni e di servizi alle imprese (previsioni meteo,assistenza tecnica) capaci, almeno, di contenere nella misuramassima possibile i disagi derivati dal ripetersi di stagionianomale come quella del 2014". Il provvedimento, al momento,oltre al Fvg, interessa le regioni Veneto, Lombardia, Piemonte,Emilia Romagna, Toscana, le province autonome di Trento eBolzano. (AGI)Ts1/Bru