Vino: Calabria emerge, a Ceraudo i "tre bicchieri"

(AGI) - Roma, 12 set - Sempre piu' qualita' per i vini dellaCalabria. Soprattutto i bianchi risultano emergenti e al top. Eora il Grisara di Roberto Ceraudo, azienda agricola diStrongoli (Crotone) conquista i Tre Bicchieri della guida Vinid'Italia 2015 del Gambero Rosso,con il bianco Val di Neto Igt,dall'autoctono pecorello in purezza. Colore giallo paglierino,profumo fragrante floreale, che ricorda i fiori di campo e lamela verde con note agrumate, sapore fresco, morbido epersistente, il Grisara e' ottenuto dalle uve coltivate invigneti collinari, tra i 60 e i 100 mt. sul livello del

(AGI) - Roma, 12 set - Sempre piu' qualita' per i vini dellaCalabria. Soprattutto i bianchi risultano emergenti e al top. Eora il Grisara di Roberto Ceraudo, azienda agricola diStrongoli (Crotone) conquista i Tre Bicchieri della guida Vinid'Italia 2015 del Gambero Rosso,con il bianco Val di Neto Igt,dall'autoctono pecorello in purezza. Colore giallo paglierino,profumo fragrante floreale, che ricorda i fiori di campo e lamela verde con note agrumate, sapore fresco, morbido epersistente, il Grisara e' ottenuto dalle uve coltivate invigneti collinari, tra i 60 e i 100 mt. sul livello del mare.Si sposa con pietanze che richiedono un bianco dalla spiccatapersonalita' e a base di carni bianche. L'azienda si estende su60 ettari, tutti convertiti al biologico, di cui 20 coltivati avigneti, con una produzione potenziale di 500 quintali di vino;e 38 a uliveti, per un totale di 7.400 piante e un potenzialeproduttivo di 400 quintali di olio. I vitigni impiegati per laproduzione di diverse etichette sono gaglioppo, cabernetsauvignon, greco nero, magliocco per i vini rossi; il gaglioppoper i rosati, pecorello, greco bianco, mantonico e chardonnayper i bianchi. Dalle autoctone carolea e tonda di Strongoli ilfrantoio produce un extravergine di qualita' dal gusto deciso eleggermente piccante. All'ospitalita' agrituristica sonoadibite costruzioni rurali in pietra ristrutturate etrasformate in 10 appartamenti per un totale di 30 posti letto(info www.dattilo.com). Fiore all'occhiello e' il ristoranteDattilo, aperto nel 2003 e dal 2011 stella Michelin, gestitodalla giovane chef Caterina Ceraudo. Propone cucina calabresemoderna e rivisitata, che valorizza i prodotti aziendali coninteressanti abbinamenti.(AGI).