Vinitaly: Zingaretti, accanto a produttori buon vino per Lazio

(AGI) - Roma, 20 mar. - Nel corso della presentazione di 'Lazioa Vinitaly 2015', che si e' svolta all'Enoteca regionalePalatium, il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti,ha spiegato, "Vinitaly si inserisce nello sforzo strategicodella Regione Lazio di promuovere i propri prodottid'eccellenza. Vogliamo recuperare credibilita' e in un anno emezzo ci siamo riusciti. Vogliamo promuovere non solo il vino,ma anche i prodotti legati all'enogastronomia, il nostroterritorio". "Presto presenteremo con l'Agenzia del Turismodelle immagini girate con dei droni - ha annunciato - permostrare il Lazio da un'ottica mai vista. La Regione Lazio

(AGI) - Roma, 20 mar. - Nel corso della presentazione di 'Lazioa Vinitaly 2015', che si e' svolta all'Enoteca regionalePalatium, il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti,ha spiegato, "Vinitaly si inserisce nello sforzo strategicodella Regione Lazio di promuovere i propri prodottid'eccellenza. Vogliamo recuperare credibilita' e in un anno emezzo ci siamo riusciti. Vogliamo promuovere non solo il vino,ma anche i prodotti legati all'enogastronomia, il nostroterritorio". "Presto presenteremo con l'Agenzia del Turismodelle immagini girate con dei droni - ha annunciato - permostrare il Lazio da un'ottica mai vista. La Regione Laziovuole cambiare, vuole diventare piu' accogliente: e' paesaggio,gusto, bellezza, forte identita'". A proposito dellapartecipazione del Lazio alla 49esima edizione del Vinitaly, laprima fiera al mondo per il settore del vino, in programma aVerona dal 22 al 25 marzo, Zingaretti ha detto, "arriviamo aquesto appuntamento a testa alta, senza piu' debiti, in regolacon i pagamenti. Sosterremo questo sforzo con grande forza edignita'. Da quest'anno aumenta la nostra presenza al Vinitaly,e' uno sforzo importante che e' anche un 'anticipo' di quantoaccadra' nel 2015 e anche nel 2016: il Lazio come regionedell'accoglienza. Inoltre siamo orgogliosi di dire che abbiamoscommesso molto sul Psr, e siamo nelle regioni di testa chehanno visto approvare i loro piani europei". "Quella di oggi -ha concluso - non e' una parentesi nel deserto ma il tassellodi una strategia che sta cambiando la Regione, che diventa piu'protagonista e piu' forte". (AGI)Rmt/Oll