Vinitaly: Bisol lancia Venetian White Wine Experience

(AGI) - Roma, 178 mar. - Gianluca e Desiderio Bisol presentanola loro visione dell'evoluzione del mondo del vino attraversoun turismo esperenziale: un tour emozionale di quattro tappe,un percorso di assolute eccellenze vitivinicole venete, cheattraversa i Patrimoni dell'Unesco di Venezia e delle Dolomitie omaggia il grande scrittore Ernest Hemingway. "Viaggiamo per solleticare il palato, per scoprire saporiraffinati, sorseggiando vini pregiati, lontano da rotteaffollate, sulle tracce di bellezze segrete e di atmosfereimpalpabili e schiette: vi invitiamo a emozionarvi lungo unpercorso unico in Italia, lungo la via delle eccellenze deigrandi vini bianchi veneti"

(AGI) - Roma, 178 mar. - Gianluca e Desiderio Bisol presentanola loro visione dell'evoluzione del mondo del vino attraversoun turismo esperenziale: un tour emozionale di quattro tappe,un percorso di assolute eccellenze vitivinicole venete, cheattraversa i Patrimoni dell'Unesco di Venezia e delle Dolomitie omaggia il grande scrittore Ernest Hemingway. "Viaggiamo per solleticare il palato, per scoprire saporiraffinati, sorseggiando vini pregiati, lontano da rotteaffollate, sulle tracce di bellezze segrete e di atmosfereimpalpabili e schiette: vi invitiamo a emozionarvi lungo unpercorso unico in Italia, lungo la via delle eccellenze deigrandi vini bianchi veneti" cosi' Gianluca e Desiderio Bisolillustrano la loro nuova visione di come il mondo del vino initalia puo' marcare una grande differenza rispetto agli vinidel mondo, si tratta del concetto di turismo esperenzialeavvolgente, che desiderano raccontarvi a Vinitaly - padiglione7, Stand E7/E8 - degustando insieme i Cru di ValdobbiadeneProsecco e i Talento Metodo Classico selezionati perl'occasione. Il progetto Venetian White Wine Experience proponequattro tappe, fra cui - naturalmente - la cultura del vino edel territorio della storica cantina Bisol e delle colline delCru Cartizze e del Prosecco. Il tour include le due perleincastonate - rispettivamente - nei meravigliosi territori diVenezia e delle Dolomiti, Patrimonio dell'Umanita' dall'UNESCO,con i relativi ambiziosi progetti di viticoltura estrema: da unlato, la storica vigna murata di Venissa - la piu' profonda almondo - e l'arcipelago di Venezia Nativa - con le isolegioiello di Mazzorbo, Torcello e Burano -, e dall'altro laVigna Major 1350 di Cortina d'Ampezzo, la piu' alta d'Europa,protagonista del progetto di valorizzazione dei Vini Estremimondiali del Cortina Wine Club (www.cortinawineclub.it).Infine, il percorso di eccellenze dei Grandi Vini BianchiVeneti propone una peculiare espressione nel cuore dei ColliEuganei, le colline piu' vicine a Venezia: qui sorge Maeli,tenuta della dinamica produttrice Elisa Dilavanzo, che sorge suun terroir di origine vulcanica, proprio sopra la splendidaVilla dei Vescovi, che ha ispirato il Palladio e che e'tutelata dal Fondo Ambiente Italiano. "Il viaggio si fa guidaredal gusto e dall'olfatto, vi porteremo a visitare bellissimivigneti eroici ed estremi, il cui dislivello va da - 0,10/1fino a 1.388 metri s.l.m, percorrendo le strade sinuose delVeneto" spiega Gianluca Bisol "Se c'e' stata una vitaall'insegna della ricerca estrema dell'esperienza eccellente,dell'avventura e dell'alta sensazione questa e' stata senzadubbio la vita di Ernest Hemingway, che desideriamo omaggiare".(AGI)Bru