Viaggi: Millenials li organizzano da soli, Grecia prima meta

Tr le destinazioni più in voga Spagna, Crozia, Malta, Montenegro e Italia

Viaggi: Millenials li organizzano da soli, Grecia prima meta
giovani vacanza mare (agf) 

Milano, 6 mag. - L''80% dei Millenials predilige i viaggi in gruppo con amici, e per loro, l'alternativa al viaggio organizzato a "pacchetto", è la vacanza auto-organizzata. Tra le mete più gettonate, Grecia, Croazia, Spagna, Malta, Montenegro e Italia. E' quanto emerge da un' analisi condotta da SGTour (Gruppo OneDay) tra gli oltre 2,5 milioni di like della propria community di riferimento (ScuolaZoo, il portale studentesco fondato da Paolo De Nadai insieme a Francesco Fusetti). 

Secondo la ricerca il 45% dei 'millenials' in particolare i giovani tra i 16 e i 19 anni con una percentuale equamente distribuita tra maschi e femmine (50%), nel fare un viaggio preferisce quello organizzato e lo sceglie attraverso i consigli dei 'social'. Nel dettaglio di coloro che scelgono un viaggio organizzato, emerge anche che i ragazzi tra i 20 e i 24 anni sono il 35% mentre tra i 25 e i 30 anni sono il 20%.A livello nazionale, la percentuale maggiore di ragazzi orientati al viaggio organizzato si concentra nelle regioni del centro nord: al primo posto la Lombardia (20,5%) seguita da Toscana ed Emilia Romagna, alle quali corrisponde rispettivamente il 12,8 % e l'11,7%.

Queste ultime due detengono il primato anche rispetto alla penetrazione del numero di ragazzi d'età compresa tra i 15 e i 29 anni residenti sul territorio. Il mezzo più utilizzato per cercare informazioni e prendere la decisione d'acquisto relativa al viaggio risulta essere Facebook (più del 60%), dove ha luogo un vero e proprio passaparola 2.0 basato su relazioni che si vengono ad instaurare online tra i vari consumatori attraverso l'utilizzo di blog, social network, siti di video-sharing e instant messenger. "Oggi" dichiara Betty Pagnin, Head of Travel & Event di SGTour " è necessario conoscere a fondo le dinamiche dei social network. Solo così si può comprendere come interagire con essi e con le comunità connesse, come aprirsi a una relazione e quindi come guadagnarsi la fiducia". (AGI)