Un video con Kendal Jenner imbarazza la Pepsi e scatena le parodie

Lo spot che si ispira alle proteste di piazza accusato di banalizzare il movimento #blacklivesmatter

Un video con Kendal Jenner imbarazza la Pepsi e scatena le parodie

Gaffe della Pepsi che è stata costretta a ritirare precipitosamente uno spot pubblicitario accusato, dai sostenitori della campagna #blacklivesmatter, lanciata dopo la serie di uccisioni di neri da parte di poliziotti bianchi negli ultimi anni, di sfruttarne o irriderne il messaggio. Non prima, però, che sul web si scatenassero le parodie.

Nel video si vede la top model Kendall Jenner, sorellastra della più nota Kim Kardashian, camminare attraverso una strada dove è in corso una protesta per dare ad un agente un barattolo di Pepsi e così, miracolosamente, riuscire a tranquillizzare la folla urlante.

Perché si è scatenata l'indignazione 

La scena ricorda l'immagine usata come icona dal movimento "Black Lives Matter" dove è immortalato quanto avvenuto lo scorso anno a luglio a Baton Rouge in Florida, quando un'infermiera nera, Leisha Evans, venne arrestata bruscamente dagli agenti mentre, completamente disarmata, era ferma in mezzo alla strada.

La Pepsi ha ritirato lo spot e si è scusata chiarendo che voleva dare "un messaggio di unità" e non alimentare polemiche.