Torna 'I Giganti' con l'Olivo di Canneto, celebrita' del Lazio

(AGI) - Roma, 4 lug. - Sara' Massimo Ghini a far da guida peril Lazio nel terzo appuntamento con la collana di documentari"I Giganti", in onda su Rai1 domani 5 luglio alle 9.55.Prodotta da Pepito Produzioni e Rai Cinema e ideata da Mirco DaLio e Ugo Barbara, la serie racconta il paese in 21 episodi,tra eccellenze e aspetti meno noti, a partire da un testimoniald'eccezione: il suo piu' grande albero secolare. Un vero''gigante verde'', scelto tra gli Alberi monumentali d'Italia,che sono tanta parte del patrimonio paesaggistico e ambientaledel paese, ma anche

(AGI) - Roma, 4 lug. - Sara' Massimo Ghini a far da guida peril Lazio nel terzo appuntamento con la collana di documentari"I Giganti", in onda su Rai1 domani 5 luglio alle 9.55.Prodotta da Pepito Produzioni e Rai Cinema e ideata da Mirco DaLio e Ugo Barbara, la serie racconta il paese in 21 episodi,tra eccellenze e aspetti meno noti, a partire da un testimoniald'eccezione: il suo piu' grande albero secolare. Un vero''gigante verde'', scelto tra gli Alberi monumentali d'Italia,che sono tanta parte del patrimonio paesaggistico e ambientaledel paese, ma anche testimoni di secoli di storia, genti etradizioni. Sotto le sue fronde, un narratore d'eccezione,scelto tra artisti e campioni della regione, alla scoperta delterritorio attraverso i cinque sensi. Domenica 5 luglio, nell'episodio scritto da Tommaso DiGiulio per la regia di Simone Aleandri, il viaggio nel Lazio diMassimo Ghini parte sotto all'Olivo di Canneto, l'albero piu'famoso della regione. Grazie al saggio gigante che veglia sulLazio e insieme al nostro testimonial, scopriremo comecamminare possa essere una pratica estetica particolarmenteilluminante, specialmente se si cammina per Roma con unosguardo "diverso". Ci saranno poi due particolari incontrimusicali: Il muro del canto e Alessandro Mandarino, realta'artistiche che esprimono, in maniera diversa, le nuovevibrazioni che nascono dalla tradizione laziale. Con il gustocapiremo quante cose si possono fare con i mirtilli, come adesempio far funzionare una calcolatrice. Ce lo spiegano iDyers, spin off dell'Universita' di Tor Vergata a Roma. Tredegli odori piu' caratteristici ed evocativi del Lazio sono iprotagonisti del capitolo dedicato all'olfatto: lo zolfo,l'incenso e la cera, tre odori che rimandano a luoghi esensazioni ancestrali. Con il nostro testimonial abbiamovisitato alcune suggestive terme, ci siamo fatti spiegare daun'esperta le proprieta' dell'incenso ed abbiamo visitato unavera istituzione in fatto di cera: la cereria Di Giorgio. Per concludere il viaggio attraverso i sensi si parlera' dicontatto ed incontreremo maestri ed allievi della scuola diballo e compagnia Sciarabballo. Sciarabballo non e' pero' unasemplice scuola/compagnia di ballo poiche' ha improntato la suafilosofia di vita sul rapporto con il territorio e sul contattocon le tradizioni e la loro divulgazione. Il documentario e' stato realizzato con il supporto diRegione Lazio - Fondo regionale per l'Audiovisivo. La collana IGiganti proseguira' domenica 12 luglio con Geppi Cucciari e laSardegna e il 19 luglio con Neri Marcore' e le Marche. (AGI)