Roma Film Fest: l'ultima 'sterzata' di Marco Muller, "torna la festa popolare"

(AGI) - Roma - A Roma torna la Festa del Cinema. MarcoMuller ha accettato di riproporre quello che era in originel'appuntamento capitolino: una  [...]

(AGI) - Roma, 29 set. - A Roma torna la Festa del Cinema. MarcoMuller ha accettato di riproporre quello che era in originel'appuntamento capitolino: una festa del cinema, rivoltaessenzialmente al pubblico. La nona edizione del FestivalInternazionale del Film di Roma, in programma dal 16 al 25ottobre all'Auditorium Parco della Musica, non ha piu' legiurie di critici ed 'esperti' (saranno gli spettatori a dareun voto ai film all'uscita dalla proiezione), punta molto sullecommedie e propone 51 pellicole nella selezione ufficialeprovenienti da 21 Paesi. Il pubblico avra' a disposizione settesale (Santa Cecilia, Sinopoli, Petrassi, Teatro Studio GianniBorgna, Studio 3, Auditorium MAXXI - Museo nazionale delle artidel XXI secolo, cinema Multisala Barberini) piu' una salavirtuale su piattaforma digitale.

TRE FILM ITALIANI NELLA SEZIONE PRINCIPALE

Accanto all'Auditorium sorgera' il Villaggio del Cinema,costituito da padiglioni e stand in acciaio, vetro e legno,appositamente realizzati per la manifestazione e i suoivisitatori. L'edizione 2014 del festival, costata 5-6 milioni(su un budget annuale di 8,6 milioni della Fondazione Cinemaper Roma) sara' l'ultima di Marco Muller, il cui contrattoscade a dicembre 2014. Ma potrebbe anche essere l'ultima delfestival come finora e' stato concepito. Durante lo scorso RomaFiction Fest, infatti, il direttore Carlo Freccero aveva dettochiaramente che sarebbe necessario unificare i festival dicinema e televisione della Capitale. Oggi Muller non harisposto a una domanda su questo argomento, girandola agliorganizzatori del festival, ma la programmazione di quest'annoe l'idea di rendere nuovamente popolare la manifestazione e'gia' un'indicazione. Inoltre, al festival sara' proiettata unaserie tv Usa diretta da Steven Soderbergh, 'The Knick': unanovita' che sembra indicare una strada.

PROTESTA DURANTE LA CONFERENZA STAMPA PER ESCLUSIONE FILM SUCALIFANO

"Abbiamo dato una sterzata, un'inversione di rotta abbandonandol'idea di festival per puntare sulla festa - spiega Muller -.L'idea forza su cui si basano i festival e' invecchiata. Quipossiamo partire da una citta' in movimento, possiamosperimentare come abbiamo fatto anche lo scorso anno quandoabbiamo realizzato una bella mescolanza tra varie idee difestival". La selezione ufficiale del festival e' formata daquattro linee di programma: Cinema d'Oggi che ospitera' film diautori sia affermati che giovani, Gala che presentera' unaselezione di grandi pellicole "popolari ma originali" dellanuova stagione, Mondo Genere che accogliera' film appartenentiai piu' diversi generi cinematografici, Prospettive Italia chefara' il punto sulle nuove linee di tendenza del cinemanazionale di fiction e documentaristico. Sezione autonoma eparallela, Alice nella citta' organizzera', secondo un proprioregolamento, una rassegna di film per ragazzi. Gli spettatorisaranno i protagonisti della nona edizione del Festival epremieranno i film di tutte le linee di programma.

In questaedizione, per la prima volta, sono stati istituiti, tra glialtri, il Premio del Pubblico BNL - Gala e il Premio delPubblico BNL - Cinema Italia (fiction) che il presidente diBNL, Luigi Abete consegnera' durante la cerimonia dipremiazione ufficiale. Questi riconoscimenti verrannoassegnati, rispettivamente, al film piu' votato dal pubbliconella sezione Gala, dedicata alle proiezioni 'popolari maoriginali' e al film scelto tra tutti quelli italianipartecipanti al Festival. Una festa non puo' prescindere dagliospiti. E quest'anno sono annunciati, tra gli altri, gliSpandau Ballet, Richard Gere (in concorso con 'Time out ofmind' di Oren Moverman), Kevin Costner (fuori concorso con'Black and white' di Mike Binder), Wim Wenders (regista deldocumentario 'Il sale della terra'), Clive Owen, GeraldineChaplin, Takashi Miike.