Ristorazione: E.Romagna, da inizio crisi quasi 4000 nuovi locali

(AGI) - Bologna, 12 giu. - Dall'inizio della crisi economica inEmilia Romagna hanno aperto i battenti 3.856 nuove attivita' diristorazione. Lo ha reso noto Coldiretti regionale ad Expo, inoccasione della premiazione della rassegna "AppenninoGastronomico - menu' a Km zero" promossa dal parco nazionaledell'Appennino tosco emiliano in collaborazione con ColdirettiParma e Alma, la scuola internazionale di cucina italiana diColorno. Secondo le elaborazioni dell'organizzazione degliimprenditori agricoli su dati Unioncamere, il numero delleattivita' di ristorazione in Emilia Romagna e' passato dai27.253 del 2008 ai 31.109 di fine 2014. "Un balzo in avanti -

(AGI) - Bologna, 12 giu. - Dall'inizio della crisi economica inEmilia Romagna hanno aperto i battenti 3.856 nuove attivita' diristorazione. Lo ha reso noto Coldiretti regionale ad Expo, inoccasione della premiazione della rassegna "AppenninoGastronomico - menu' a Km zero" promossa dal parco nazionaledell'Appennino tosco emiliano in collaborazione con ColdirettiParma e Alma, la scuola internazionale di cucina italiana diColorno. Secondo le elaborazioni dell'organizzazione degliimprenditori agricoli su dati Unioncamere, il numero delleattivita' di ristorazione in Emilia Romagna e' passato dai27.253 del 2008 ai 31.109 di fine 2014. "Un balzo in avanti -commenta Coldiretti Emilia Romagna - che ha favoritol'occupazione, portando gli addetti dai 93 mila dell'iniziocrisi ai 105 mila attuali, con un 13 per cento delle impreseguidate da giovani con meno di 35 anni". Due ristoranti su tre, stima Coldiretti regionale,utilizzano nei menu' prevalentemente prodotti locali,ritenendoli un valore aggiunto per la loro attivita'. "Sitratta - commenta l'organizzazione - di una tendenza inaumento, soprattutto nelle zone interne dove il cibocostituisce una delle attrattive principali insieme allaricchezze ambientali e artistiche".(AGI)Bo1/Bru