Quote latte: Regioni, coinvolgere produttori. Sostegno debole

(AGI) - Roma, 25 mar. - Il sostegno al settore del lattestudiato in vista della fine del regime delle quote, "purcontribuendo a sostenere il prezzo del latte attraverso ilcontenimento della produzione" ha tuttavia "dimostrato moltipunti deboli, evidenziati ancora di piu' negli ultimi mesi, conun crollo dei prezzi alla produzione che ha colpito gliallevatori". E' quanto ha sostenuto, nel corso di un'audizionealla Camera, il coordinatore della commissione Agricolturadella Conferenza delle Regioni, Fabrizio Nardoni. "Si registra - ha aggiunto - un certo rallentamento dellacrescita della domanda mondiale in parte dovuta a crisipolitiche

(AGI) - Roma, 25 mar. - Il sostegno al settore del lattestudiato in vista della fine del regime delle quote, "purcontribuendo a sostenere il prezzo del latte attraverso ilcontenimento della produzione" ha tuttavia "dimostrato moltipunti deboli, evidenziati ancora di piu' negli ultimi mesi, conun crollo dei prezzi alla produzione che ha colpito gliallevatori". E' quanto ha sostenuto, nel corso di un'audizionealla Camera, il coordinatore della commissione Agricolturadella Conferenza delle Regioni, Fabrizio Nardoni. "Si registra - ha aggiunto - un certo rallentamento dellacrescita della domanda mondiale in parte dovuta a crisipolitiche (embargo russo), ma anche i consumi interni, che gia'avevano fermato la loro crescita, da un paio d'anni sono inregresso". Nardoni ha poi sottolineato come al momento "ilParlamento e soprattutto la Commissione europea non stannoproponendo nuovi meccanismi di gestione del mercato, oltre aquelli gia' introdotti con il 'Pacchetto latte' nel 2012, voltisoprattutto a contrastare la volatilita' dei prezzi" e perquesto per le Regioni "e' fondamentale ed urgente la necessita'di intervenire coinvolgendo i produttori e gli altri operatoria monte e valle delle filiera, le strutture associative e leistituzioni, per consentire al settore di uscire dall'attualestato di grave disorganizzazione". Al termine dell'audizione, Nardoni ha ricordato "il lavorodell'Ismea che ha dimostrato quanto il costo del latte possadifferenziarsi e quindi bisogna trovare gli strumenti idoneiper garantire agli allevatori un prezzo minimo del latte".(AGI)