Olio: Carbo Fernández (Deoleo-Carapelli), investiremo in Toscana

(AGI) - Roma, 13 mar. - "Ho confermato a Maurizio MartinaMinistro italiano dell'Agricoltura, e ad Enrico RossiPresidente della regione Toscana, la mia volonta' di investirein Italia e in particolare in Toscana, regione per noi punto diriferimento visto che a Tavarnelle Val di Pesa, in provincia diFirenze, ha sede la Carapelli, da noi rilevata nel 2006. Pernoi i brand italiani (Carapelli, ma anche Bertolli e Sasso)devono rimanere tali e anzi, per quanto ci riguarda, mettiamo adisposizione di questi marchi la nostra piattaformainternazionale con un rete di vendita che coinvolge l'Europa,gli Stati

(AGI) - Roma, 13 mar. - "Ho confermato a Maurizio MartinaMinistro italiano dell'Agricoltura, e ad Enrico RossiPresidente della regione Toscana, la mia volonta' di investirein Italia e in particolare in Toscana, regione per noi punto diriferimento visto che a Tavarnelle Val di Pesa, in provincia diFirenze, ha sede la Carapelli, da noi rilevata nel 2006. Pernoi i brand italiani (Carapelli, ma anche Bertolli e Sasso)devono rimanere tali e anzi, per quanto ci riguarda, mettiamo adisposizione di questi marchi la nostra piattaformainternazionale con un rete di vendita che coinvolge l'Europa,gli Stati Uniti e l'Estremo Oriente". Lo ha dichiarato Jaime Carbo Fernández, amministratoredelegato della multinazionale spagnola Deoleo, che nei giorniscorsi ha incontrato presso il Ministero dell'Agricoltura ilMinistro Maurizio Martina, Enrico Rossi Presidente dellaregione Toscana e Sandro Bonaceto, direttore generale diConfindustria Firenze. "Ho ribadito la mia fiducia alle istituzioni del vostroPaese - continua il CEO spagnolo - e confermo la mia volonta'di mantenere l'Italia come punto di riferimento centrale dellanostra attivita'. La nostra produzione nel Belpaese rappresentail 60% di tutto il gruppo. Chiediamo pero' un aiuto alleistituzioni per quanto riguarda, in primis, i controlli e imonitoraggi, troppo spesso affidati a soggetti differenti traloro che, risultando disarticolati l'uno dall'altro, ci rendonotalvolta molto difficili le condizioni nelle quali operiamo.Mantenere assolutamente eccellente la qualita' dell'olioitaliano che rappresentiamo - conclude Carbo Fernández - rimaneper noi il perno dei nostri investimenti nei prossimi anni". Deoleo e' la piu' grande impresa del mondo per lacommercializzazione di Olio di Oliva imbottigliato, non sfuso,di marca, che non fa Private Labels. L'Italia e' la prima fontedi produzione, la seconda e' la Spagna. Carapelli Firenze (coimarchi Carapelli, Bertolli e Sasso) e' parte del Gruppo deoleo,di cui rappresenta il 39% delle vendite ed il 33,4% delrisultato. Deoleo vende 275 milioni di litri d'olio all'anno,pari ad un fatturato consolidato 2014 (forecast) di 771.300.000Euro, ed un ebitda di 81.428.000 Euro (+1,6% rispetto al2013).(AGI)