Musica: i diritti non bastano piu', il business e' nei 'live'

(AGI) - Roma, 29 set. - Un fatturato di 428 milioni di euro,15mila lavoratori stabili e un trend di aumento del giro diaffari del 4% all'anno rendono i concerti la maggiore fonte diguadagno per l'artista italiano. Lo afferma il presidente diAssomusica, Vincenzo Spera. Un mercato florido, che generanumeri impressionanti, se si pensa che solo negli ultimi tourestivi di Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Jovanotti si sonotoccate cifre record: oltre 1.200.000 biglietti venduti, el'Italia e' il primo paese in Europa per il numero di artistiche si esibiscono negli stadi. Il grande successo

(AGI) - Roma, 29 set. - Un fatturato di 428 milioni di euro,15mila lavoratori stabili e un trend di aumento del giro diaffari del 4% all'anno rendono i concerti la maggiore fonte diguadagno per l'artista italiano. Lo afferma il presidente diAssomusica, Vincenzo Spera. Un mercato florido, che generanumeri impressionanti, se si pensa che solo negli ultimi tourestivi di Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Jovanotti si sonotoccate cifre record: oltre 1.200.000 biglietti venduti, el'Italia e' il primo paese in Europa per il numero di artistiche si esibiscono negli stadi. Il grande successo del livespiega Claudio Ferrante, presidente e fondatore di Artist Firste' dovuto alla qualita' degli show messi in campo, anche senegli ultimi anni c'e' stato un lieve aumento dei prezzi delbiglietto. Se un tempo per vedere mega-schermi ed effettispeciali bisognava attendere l'arrivo di artistiinternazionali, oggi i concerti italiani, per come sonoconcepiti, curati, e strutturati non hanno nulla da invidiare aquelli degli altri Paesi, merito delle societa' di produzione edei promoter che investono sempre di piu' per valorizzare itour degli artisti. Probabilmente, continua Ferrante, ilmiglior spettacolo live italiano e' quello di Tiziano Ferro,per sequenza dei brani, esecuzione ed effetti scenografici, unconcerto in grado di regalare ai fan qualcosa di unico. Primapassava tutto attraverso l'album e grazie ai tour aumentavanole vendite dei dischi. Oggi avviene il contrario, l'album e' ilmotore d'accensione, la macchina vera e il concerto dal vivo."La magia di cio' che era l'industria discografica e l'acquistodi un cd hanno ceduto il posto a quello dell'esperienza, dellavoglia di stare insieme", conclude il presidente di ArtistFirst "gustandosi uno show che restera' a lungo nella memoria.Ne e' un esempio l'evento di Ligabue a Campovolo che ha fattoregistrare 150.000 spettatori e migliaia di condivisioni suisocial" . .