Musica: 70 anni di Ivan Graziani, a Teramo si prepara la festa

(AGI) - Roma, 1 ott. - Avrebbe compiuto 70 anni questo meseIvan Graziani, il cantautore con la chitarra elettrica o, se sipreferisce, il chitarrista che, nelle sue canzoni, ha saputoraccontare la provincia italiana come nessun altro. Nato il 6 ottobre, Ivan Graziani e' stato un artista semprefuori dagli schemi, capace di scrivere canzonie romanzi, di disegnare fumetti e creare opere, che ha fattodella propria poliedricita' la cifra artistica che lodistingueva dai colleghi. I concerti di Ivan erano un ritopropiziatorio alla chitarra rock e il racconto ironico ecoinvolgente dell'Italia meno evidente, ma

(AGI) - Roma, 1 ott. - Avrebbe compiuto 70 anni questo meseIvan Graziani, il cantautore con la chitarra elettrica o, se sipreferisce, il chitarrista che, nelle sue canzoni, ha saputoraccontare la provincia italiana come nessun altro. Nato il 6 ottobre, Ivan Graziani e' stato un artista semprefuori dagli schemi, capace di scrivere canzonie romanzi, di disegnare fumetti e creare opere, che ha fattodella propria poliedricita' la cifra artistica che lodistingueva dai colleghi. I concerti di Ivan erano un ritopropiziatorio alla chitarra rock e il racconto ironico ecoinvolgente dell'Italia meno evidente, ma vitale - con lepiazze, le aie e le vie di campagna, le donne dai nomi piu' omeno originali, con le colline e i campi a perdita d'occhio, lepiccole citta' che vivono lente, con il Gran Sasso e l'Abruzzosullo sfondo, ispiratori spesso e protagonisti a volte, in unageografia ideale e sghemba tracciata dalle sue canzoni - daLugano e l'Olanda, fino a Modena, Siracusa e Firenze. Primo cantautore in assoluto a salire sul palco del Tenconella primissima edizione del 1974; un album ("Pigro")considerato tra i 100 piu' belli della musica italiana dallarivista Rolling Stone; una tecnica chitarristica che ha fattoscuola; due album-tributo, a rendergli omaggio molti dei grandidel pop e dell'indie; e canzoni come "Lugano Addio", "Firenze(Canzone triste)", "Monnalisa", "Maledette malelingue","Signora bionda dei ciliegi", per citarne alcune delle piu'note, che rimangono nella memoria collettiva. Per i 70 anni di Ivan, varie le iniziative per ricordarlo:la festa di compleanno a Teramo; la ristampa del libro"Arcipelago Chieti"; la pubblicazione su cd del live "Parla tu"e, nei digital store, dell'album "Piknik". Martedi 6 ottobre, la sua citta' natale, Teramo (in PiazzaMartiri della Liberta', dalle ore 18.30) lo celebrera'in una serata con tanti ospiti e colleghi, con le cover band econ la famiglia di Ivan, che con grande determinazione e controogni ostacolo ha lavorato per la festa di compleanno: cisaranno, anche Tommy e Filippo Graziani, che continuano aproporre il repertorio del papa' (Filippo, in particolare, hagia' un "Sanremo Giovani" alle spalle e una carriera dacantautore davanti, con un album d'esordio lo scorso anno,vincitore della Targa Tenco e del Premio Lunezia, e un nuovolavoro di prossima pubblicazione). La storia artistica del cantautore ha incrociato quelle ditanti illustri colleghi, tra cui Lucio Battisti, conil quale Graziani collaboro' per molto tempo, suonando lachitarra in alcuni album e in una ricercatissima versioneinglese de "Il Nostro Caro Angelo". Con la PFM, scrivendo "FromUnder", nell'album "Chocolate Kings", e rischiando, ad un certopunto, di diventare il cantante della band; Francesco DeGregori (ha suonato nell'album "Bufalo Bill"); AntonelloVenditti, che collaboro' alla realizzazione dei primialbum di Ivan, che, a sua volta, aveva suonato in "Ullalla" delcantautore romano; Loredana Berte' ("BandaBerte'"); RenatoZero, che e' stato molto vicino ad Ivan negli ultimi anni,scrivendo a quattro mani "La nutella di tua sorella". (AGI).