Libri: Ragonese legge "Non dirmi che hai paura", storia di Samia

(AGI) - Roma, 22 giu. - Samia e' una ragazzina di Mogadisciocon la corsa nel sangue. Allenamenti notturni nello stadiodeserto la portano a soli 17 anni alle Olimpiadi di Pechino,dove diventa un simbolo per tutte le donne musulmane correndoper la liberta' e contro l'oppressione integralista del suoPaese. Rincorrendo la liberta' e il sogno di vincere leOlimpiadi di Londra, una notte parte, sola e a piedi, per il'viaggio', l'odissea dei migranti dall'Etiopia al Sudan e,attraverso il Sahara, alla Libia, dove s'imbarca per l'Italia.Non vi arrivera' mai. La storia di Samia e' raccontata

(AGI) - Roma, 22 giu. - Samia e' una ragazzina di Mogadisciocon la corsa nel sangue. Allenamenti notturni nello stadiodeserto la portano a soli 17 anni alle Olimpiadi di Pechino,dove diventa un simbolo per tutte le donne musulmane correndoper la liberta' e contro l'oppressione integralista del suoPaese. Rincorrendo la liberta' e il sogno di vincere leOlimpiadi di Londra, una notte parte, sola e a piedi, per il'viaggio', l'odissea dei migranti dall'Etiopia al Sudan e,attraverso il Sahara, alla Libia, dove s'imbarca per l'Italia.Non vi arrivera' mai. La storia di Samia e' raccontata Giuseppe Catozzella in"Non dirmi che hai paura", oggi un audiolibro di Emons in cuila sensibilita' ed intensita' di Isabella Ragonese da' vocealla all'atleta somala che partecipo' alle olimpiadi di Pechinoe mori' nel naufragio di un barcone di migranti, al largo diLampedusa: la struggente vicenda di un'eroina dei nostri tempici conduce nei meandri del viaggio piu' urgente e drammaticodel nostro secolo.(AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it