Libri: 'Pessima mossa, maestro Petrosi' di Paolo Fiorelli

(AGI) - Roma, 19 giu. - Una amabile cittadina del CentroItalia, una attesa partita a scacchi, una antica rivalita' e...un delitto. Sono gli ingredienti di 'Pessima mossa, maestroPetrosi' (Sperling e Kupfer, 312 pagine, 17,90 euro) il giallod'esordio di Paolo Fiorelli, giornalista di 'Sorrisi eCanzoni'. E' una calda mattina di giugno a Urbavia, che vanta unasplendida basilica cinquecentesca e un'impareggiabile ricetta abase di cinghiale. L'attenzione e' tutta per le battute finalidel torneo di scacchi organizzato dalla locale Confraternitascacchistica. Il Grande Maestro Achille Petrosi ha gia' fattola sua mossa e sta aspettando

(AGI) - Roma, 19 giu. - Una amabile cittadina del CentroItalia, una attesa partita a scacchi, una antica rivalita' e...un delitto. Sono gli ingredienti di 'Pessima mossa, maestroPetrosi' (Sperling e Kupfer, 312 pagine, 17,90 euro) il giallod'esordio di Paolo Fiorelli, giornalista di 'Sorrisi eCanzoni'. E' una calda mattina di giugno a Urbavia, che vanta unasplendida basilica cinquecentesca e un'impareggiabile ricetta abase di cinghiale. L'attenzione e' tutta per le battute finalidel torneo di scacchi organizzato dalla locale Confraternitascacchistica. Il Grande Maestro Achille Petrosi ha gia' fattola sua mossa e sta aspettando irrequieto quelladell'avversario, che a dire il vero non si e' ancorapresentato. Quale imprevisto puo' aver trattenuto il Conte, unodei favoriti alla vittoria? La risposta arriva poco dopo,quando l'uomo viene trovato nella sua villa, ucciso acoltellate. Turbato dalla morte del collega, Petrosi decide di indagaresull'accaduto con le poche armi che possiede: una spiccatapropensione al pensiero logico, una grande curiosita' e unaconoscenza profonda del proprio piccolo mondo. Muovendosi tra la sua Urbavia e Cannes - dove affrontera'la partita della vita - tra strozzini e trafficanti d'arte,Petrosi cerca, esplora, interroga (e s'interroga). Lo aiutanouna mamma invadente, una studentessa russa che fa la badante masogna di diventare campionessa, un collega albanese che cercafortuna in Italia. Ne emerge un quadro di invidie, gelosie erivalita', in cui la verita' sull'omicidio si rivelera'sorprendente. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it