Libri: l'autobiografia di Oliver Sacks, passioni "In movimento"

(AGI) - Roma, 16 ott. - Oliver Sacks ci ha lasciati il 30agosto scorso, sei mesi dopo aver annunciato sul New York Timesdi soffrire di un male incurabile. "Sono un uomo dal carattereveemente, con violenti entusiasmi ed estrema smoderatezza intutte le mie passioni", scriveva il neurologo autore di"Risvegli" e "L'uomo che scambio' sua moglie per un cappello". Quelle passioni e quegli entusiasmi li racconta in "Inmovimento" (Adelphi), la sua autobiografia, in cui la lucidita'dello scienziato e l'audacia dello psiconauta si mischiano conla schiettezza del diagnosta e il gusto per la digressione di

(AGI) - Roma, 16 ott. - Oliver Sacks ci ha lasciati il 30agosto scorso, sei mesi dopo aver annunciato sul New York Timesdi soffrire di un male incurabile. "Sono un uomo dal carattereveemente, con violenti entusiasmi ed estrema smoderatezza intutte le mie passioni", scriveva il neurologo autore di"Risvegli" e "L'uomo che scambio' sua moglie per un cappello". Quelle passioni e quegli entusiasmi li racconta in "Inmovimento" (Adelphi), la sua autobiografia, in cui la lucidita'dello scienziato e l'audacia dello psiconauta si mischiano conla schiettezza del diagnosta e il gusto per la digressione diun dotto seicentesco. Sacks parla di se': dell'ossessione perle moto e il sollevamento pesi, della dipendenza dalleamfetamine, del lacerante rapporto con il fratelloschizofrenico e con la madre (il "piu' profondo e forse, in uncerto senso, piu' vero della mia vita"), di quando disintegro'per l'ammirazione unita alla frustrazione un libro di AleksandrLurija, il fondatore della neuropsicologia e di quella "scienzaromantica" a cui sarebbe sempre rimasto fedele. Alla fine, nonsi potra' evitare di riconoscere che Oliver Sacks e' stato ilpiu' romanzesco di tutti i personaggi romanzeschi di cui hascritto.(AGI).