Leonard Cohen, nell'ultimo album disperazione e malinconia

(AGI) - Roma, 10 dic. - Un album dove il filo conduttore e' unostato d'animo di disperazione e malinconia, del suo amore perla musica. Cosi' Leonard Cohen, ottant'anni da poco compiuti,nel corso di 'King Kong', lo spazio musicale di Radio1 Raicondotto da Silvia Boschero, ha parlato oggi del suo ultimolavoro 'Popular Problems'. "Non so cosa provano gli altriautori, ma io sento sempre un senso di gratitudine per essereriuscito a completare qualcosa in questa valle di lacrime. E'la conclusione delle cose cio' che coltivo". L'artista haparlato anche di molti altri temi, a

(AGI) - Roma, 10 dic. - Un album dove il filo conduttore e' unostato d'animo di disperazione e malinconia, del suo amore perla musica. Cosi' Leonard Cohen, ottant'anni da poco compiuti,nel corso di 'King Kong', lo spazio musicale di Radio1 Raicondotto da Silvia Boschero, ha parlato oggi del suo ultimolavoro 'Popular Problems'. "Non so cosa provano gli altriautori, ma io sento sempre un senso di gratitudine per essereriuscito a completare qualcosa in questa valle di lacrime. E'la conclusione delle cose cio' che coltivo". L'artista haparlato anche di molti altri temi, a cominciare dalla suaprovenienza geografica: i canadesi sono molto legati alla loroterra. "Noi cresciamo al confine con l'America. La vediamo unpo' come le donne vedono gli uomini, con molta, molta cautela.Quando vivi in questa continua sfida politica e culturale sisviluppa un senso di solidarieta'. Quindi si', l'esserecanadese ha un ruolo importante nella mia vita". Cohen ricordaanche le sue radici ebraiche: "sono cresciuto in una famigliaconservatrice e molto osservante - ha detto nell'intervista alprogramma della rete diretta da Flavio Mucciante -, quindi e'qualcosa che sento molto vicino e che non ho nessun bisogno dipubblicizzare o mostrare, anche se e' essenziale alla miasopravvivenza. Sono i valori che mi ha dato la mia famiglia, ivalori della Torah. Non mi allontano mai troppo da quelleinfluenze". Leonard Cohen nasce a Montreal (Canada) da unafamiglia ebrea, e si trasferisce a New York dopo la laureaintraprendendo la professione di scrittore. A 22 anni pubblicala sua prima raccolta di poesie, "Let Us Compare Mythologies"(1956), mentre il suo primo romanzo arriva nel 1963, "TheFavorite Game". E solo a 33 anni che Cohen trova un contrattodiscografico e pubblica il disco 'Songs Of Leonard Cohen' nel1968. Un disco folk ma con testi profondi e simbolici, dove ilrapporto con la poesia e' stretto e indissolubile. Iriferimenti sono alla Francia degli chansonnier, alla mitologiaclassica, allo spiritualismo. Grandi affreschi sulla condizioneumana che lo hanno reso tra i piu' importanti songwriter disempre. (AGI).