Lea Michele a Giffoni, "Glee mi ha cambiato la vita"

(AGI) - Giffoni Valle Piana (Sa) - I Gleeks, arrivatianche dall'estero, hanno atteso la protagonista assoluta dellaloro serie tv preferita, Lea  [...]

Lea Michele a Giffoni, "Glee mi ha cambiato la vita"

(AGI) - Giffoni Valle Piana (Sa), 21 lug. - I Gleeks, arrivatianche dall'estero, hanno atteso la protagonista assoluta dellaloro serie tv preferita, Lea Michele, fin da ieri pernottandonella Cittadella del Cinema, cuore del Giffoni Film Festival. La giornata dell'attrice italo-americana e' iniziata con ilmeet and greet con i fan. Gli 800 biglietti per accedere insala erano andati esauriti in meno di 5 minuti. Una ragazza delpubblico si e' fatta accompagnare con la mamma, un'altra le hachiesto un consiglio per un tatuaggio ispirato a lei. Tutte ledomande hanno avuto un denominatore comune, la parola"ispirazione".

Vai alla galleria fotografica

In "Glee", che andra' in onda su Sky Uno inautunno con la sesta e ultima stagione di 13 puntate, LeaMichele interpreta infatti Rachel Berry, metafora dellarivincita degli "svantaggiati": all'inizio della storia latalentuosa liceale con il mito di Barbara Streisand eraun'emarginata sociale, una "loser". Con l'aiuto di altricompagni disadattati e di un professore anticonformista iniziaa prendere coscienza delle sue doti artistiche e conquista ilpalcoscenico, oltre che il cuore del ragazzo piu' popolaredella scuola, Finn (interpretato da Cory Monteith, tragicamentescomparso a 31 anni, la scorsa estate, e suo partner nellarealta'). "I miei colleghi di set, nonostante tutto - spiegal'attrice - sono diventati la mia famiglia, li considerofratelli e sorelle. Mi dispiace che stia tutto per finire, manel frattempo ho debuttato con il primo album Louder, su cui holavorato per un anno e mezzo, sto preparando il secondo, hoscritto un romanzo ispirato alla mia vita Brunette Ambition esono gia' all'opera sul seguito, in uscita all'inizio del 2015.E' una specie di manuale con le risposte per riscoprire sestessi e le dritte su come inseguire i propri sogni". L'esperienza del Festival ha totalmente incantatol'artista: "So che mi stavate aspettando da tempo, questo hasignificato tanto per me, mi avete aperto il vostro cuore e viringrazio. Questo e' il viaggio piu' bello della mia vita.L'Italia, poi, non solo mi piace, ma la adoro e i fan italianisono i piu' carini, gentili e affettuosi del mondo e lo dicocon cognizione, perche' per lavoro ho girato tutto il mondo".Magari potrebbe pensare di tornare: del resto lei ha origininel Bel Paese. I nonni vengono da Roma e anche da Napoli: "Sonomolto orgogliosa - aggiunge �- di essere italiana. Con la miafamiglia abbiamo mantenuto anche alcune tradizioni, come ilpranzo della domenica tutti insieme. E poi tutti i miei cuginisi chiamano Lorenzo, Giorgio, Antonio. E' proprio grazie allamia famiglia che riesco a mantenere i piedi per terra, perche'per loro sono sempre e solo Lea. Spero di tornare in Italia laprossima estate per il tour del mio prossimo album. Il miograzie piu' grande va a "Glee" e ai fan che hanno cambiato lamia vita totalmente: ci tengo ad essere qui con voi per farvivedere la vera me, perche' spesso sui giornali non si vede finoin fondo la persona che c'e' dietro l'artista mentre io, grazieagli insegnamenti profondi della mia famiglia, mi auguro direstare sempre fedele a me stessa e con i piedi per terra". Stessa atmosfera di suggestione e trepidante attesa anchenella Sala Truffaut dove la Michele ha incontrato le centinaiadi giurati e ha commentato il tema della 44esima edizione delGFF, "Be Different": la ricchezza della differenza e' peraltroil tema portante proprio di Glee. "Mi sono sempre sentita -dice l'artista - diversa dagli altri, fin da quando eroragazzina. I miei compagni non condividevano i miei interessi,non volevano fare quel che io invece sognavo. Ma io sono semprestata orgogliosa di quel che sono". Anche con i giurati ha sottolineato quanto il cast di Gleesia importante per lei. "Non posso svelarvi molto sulla trama,ma sono contenta perche' per Rachel ci sara' il finale che hosempre desiderato. Non oso immaginare l'ultimo giorno diriprese: siamo diventati una vera famiglia. Sara'difficilissimo". Ai ragazzi che sono rimasti la notte per aspettarla dice:"Li capisco: anche se per la mia generazione e' piu' sempliceavere contatti con i propri idoli grazie ai social network,resta sempre un'emozione vederli. Ho pianto quando hoincontrato per la prima volta Barbra Streisand", idolo diRachel Berry in Glee, ma anche di Lea nella vita reale. "Vorreiessere - conclude - per loro quello che Barbra e' per me:grazie a lei sono qui, lei che ha aperto la strada alle donneprotagoniste nel mondo dello spettacolo". La giornata di Lea in Cittadella del Cinema e' stataseguita con numeri straordinari sulla Web Tv ufficiale delFestival Giffonilive.it. Sin dalla mattina, 1milione e 700milaspettatori hanno seguito il palinsesto messo a punto daldigital video department del Giffoni Experience e realizzato incollaborazione con Nuct. Nel momento in cui la tanto attesastar e' entrata in Cittadella e 'nello schermo', il numero dispettatori connessi contemporaneamente e' aumentato di 50milaal minuto fino a raggiungere 2milioni e 900mila spettatori chehanno seguito ininterrottamente lo spettacolo sul web per circatre ore. (AGI).