Incontrare l'artista dopo il concerto, Priceless Cities a Roma

(AGI) - Roma, 17 nov. - Chi non sogna di incontrare una starinternazionale del jazz subito dopo averlo ammirato inconcerto? E' questa l'esperienza "senza prezzo" che MasterCardvuole far vivere a tutti gli amanti della musica iscritti alprogramma Priceless Cities. L'appuntamento e' per domaniall'Auditorium Parco della Musica con Fabrizio Bosso, altermine del concerto delle 21 in Sala Sinopoli. La formula del"Meet & Greet" viene dunque riproposta dopo il successoriscosso dall'iniziativa lo scorso 10 Luglio in occasione delconcerto di Asaf Avidan e del 31 Luglio per il concerto diRoberto Vecchioni. Bosso, uno

(AGI) - Roma, 17 nov. - Chi non sogna di incontrare una starinternazionale del jazz subito dopo averlo ammirato inconcerto? E' questa l'esperienza "senza prezzo" che MasterCardvuole far vivere a tutti gli amanti della musica iscritti alprogramma Priceless Cities. L'appuntamento e' per domaniall'Auditorium Parco della Musica con Fabrizio Bosso, altermine del concerto delle 21 in Sala Sinopoli. La formula del"Meet & Greet" viene dunque riproposta dopo il successoriscosso dall'iniziativa lo scorso 10 Luglio in occasione delconcerto di Asaf Avidan e del 31 Luglio per il concerto diRoberto Vecchioni. Bosso, uno dei maggiori jazzisti italiani einternazionali, ha realizzato progetti live e discografici digrande successo. Diplomato a 15 anni al conservatorio, FabrizioBosso ha perfezionato i suoi studi in America e nel corso dellasua carriera ha avuto numerose collaborazioni con artistinazionali e internazionali, non ultime le partecipazioni diFiorella Mannoia e Fabio Concato nel suo ultimo album "Tandem"pubblicato il 4 novembre 2014. E' da tempo una delle presenzeall'Umbria Jazz Festival di Perugia e all'edizione "Winter" diOrvieto, ma stavolta si esibira' in occasione del Roma JazzFestival, in un concerto dedicato alla leggenda del Jazz DukeEllington. I titolari MasterCard che si registreranno al sito diPriceless Rome potranno godere di esperienze come assistere aconcerti accedendo ad esperienze speciali, avere a disposizioneun musicologo per una guida all'ascolto del concerto o unavisita guidata presso il MUSA, museo degli strumenti musicali,o incontrare i musicisti nel backstage, come sara' possibilepresso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. O ancora, pergli amanti della musica pop rock e leggera tutto il calendariodella Fondazione Musica per Roma prevedera' riduzione suibiglietti, la disponibilita' esclusiva di posti di primosettore e momenti priceless in occasione dei concerti piu'importanti prodotti dalla Fondazione. (AGI).